Covid-19. L’emergenza ha colpito il reddito di oltre metà degli italiani: cosa accadrà adesso?

“Oltre la metà della popolazione dichiara di aver subito una contrazione nel reddito familiare, in seguito alle misure adottate per il contenimento dell’epidemia. L’impatto è stato particolarmente severo per i lavoratori indipendenti.”

Ad affermarlo è la Banca d’Italia che, commentando la propria indagine sulla situazione economica tra aprile e maggio delle famiglie italiane, ha evidenziato come la crisi generata dal coronavirus abbia avuto pesanti ricadute sul reddito degli italiani.

Come riporta ANSA, l’indagine di Bankitalia ha portato alla luce tutte le difficoltà degli italiani in questo momento di crisi, con circa 1/3 degli intervistati che ha specificato di non avere avuto abbastanza liquidità per coprire le spese essenziali durante il periodo compatibile con il lockdown.

In merito la Banca d’Italia ha ulteriormente specificato: “Questa quota supera il 50 per cento per i disoccupati e per i lavoratori dipendenti con contratto a termine. Poco meno di un quinto dei lavoratori indipendenti e dei lavoratori dipendenti con contratto a termine si trova in questa condizione e contemporaneamente ha subito una riduzione di oltre il 50 per cento del reddito familiare nei primi due mesi della emergenza sanitaria“.

Bankitalia ha poi affermato come, stando al campione intervistato, quasi il 40% delle persone con debiti abbia affermato di essere in difficoltà nel pagamento delle rate dei mutui, con picchi nel centro e nel meridione. Nonostante le difficoltà però, solo un terzo ha ammesso di aver fatto ricorso (o che ne farà uso) alla moratoria mutui.

Infine, l’indagine ha toccato anche il tema delle vacanze con il 30% degli intervistati che ha dichiarato di non potersi permettere le vacanze e con il 60% che ha ammesso che, anche quando la crisi da coronavirus sarà terminata, dovrà drasticamente ridurre, rispetto a prima, le spese per viaggi, vacanze e svaghi in generale.