“Il nuovo Ponte di Genova sarà gestito ancora da Autostrade.” Arriva la conferma dal Ministro De Micheli

Nella mattinata odierna è stato reso noto come il nuovo ponte di Genova, costruito a seguito del crollo del vecchio Ponte Morandi, sarà gestito ancora da Autostrade per l’Italia S.p.A.

Ad affermarlo è stato direttamente il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli, che attraverso un intervento a Radio 24 Mattino ha affermato: “Confermo che il nuovo Ponte Morandi sarà gestito da Autostrade. Ho scritto io la lettera al sindaco Bucci. La gestione va al concessionario, che oggi è Aspi ma sulla vicenda c’è ancora l’ipotesi di revoca”.

Tali dichiarazioni hanno creato subito molto clamore, dato che la tragedia del Ponte Morandi è purtroppo ancora nella memoria di tutti, con molti esponenti di spicco della politica italiani che si sono dichiarati contrari a lasciare, di nuovo, in concessione il ponte ad Autostrade.

Tra questi spicca l’intervento del Governatore della Liguria, Giovanni Toti, che attraverso un lungo ed accorato post sul suo profilo Facebook ha tuonato: (…)”Ebbene, dopo due anni di minacce, immobilismo, proclami, giustizia promessa e rimandata il ponte di Genova verrà riconsegnato proprio ad Autostrade, come ha ordinato il Governo M5S-PD. Io non dico nulla. Ma nulla di nulla. Aspetto solo il commento di: Travaglio, Pedullà, Salvatore, Di Maio, Lunardon, alcuni giornalisti che vorrebbero fare politica, insomma tutti coloro che in questi anni hanno pontificato per i loro amici. Perché a differenza loro, noi siamo amici solo dei liguri e vogliamo autostrade che funzionino e sicure. Ci interessa solo questo. Altri forse sono amici di altro… e altri. Sicuro non della verità. Forse perché la verità vi fa male: voi ridate il ponte ad Autostrade senza ottenere nulla. Noi continuiamo a lavorare per l’interesse dei liguri. E intanto per la tragedia del Morandi e per le sue 43 vittime nessuno ancora ha pagato. Mentre a Roma litigavate, noi in Liguria almeno abbiamo ricostruito il ponte. Forse abbiamo ringhiato meno di voi… ma visti i risultati…

Anche dal mondo penta stellato non sono mancate le critiche all’annuncio del Ministro De Micheli, con Vito Crimi, capo politico del M5S, che ha affermato: “Il ponte di Genova non deve essere riconsegnato nelle mani dei Benetton. Non possiamo permetterlo. Questi irresponsabili devono ancora rendere conto di quanto è successo e non dovrebbero più gestire le autostrade italiane. Su questo il Movimento 5 stelle non arretra di un millimetro.”

Anche il leader della LegaMatteo Salvini, si è mostrato contrario al fatto che il nuovo Ponte di Genova venga consegnato ad Autostrade, con lo stesso che attraverso i propri canali social ha rincarato: “Confermata la concessione ad Autostrade? Cosa non si fa per salvare la poltrona, 5 Stelle ridicoli e bugiardi, due anni di menzogne e tempo perso: #colpadisalvini anche questo???”

Le critiche verso le dichiarazioni del Ministro De Micheli non sono arrivate solamente dal mondo politico, anche l’associazione “Quelli del Ponte Morandi”, ex Comitato Sfollati, ha mostrato la propria avversione al fatto che il nuovo ponte possa essere gestito da Autostrade.

Infine, concludiamo con le dichiarazioni di Egle Possetti, presidente del comitato “Ricordo vittime di Ponte Morandi”, ha mostrato tutta la propria avversione affermando: “Capiamo l’affidamento temporaneo, ma vogliamo la revoca: non è accettabile che un’azienda che ha gestito le Autostrade in questo modo per tutto questo tempo, continui a gestire il nostro patrimonio autostradale”.