Malcontento tra la popolazione italiana: Lamorgese lancia l’allarme

L’emergenza sanitaria causata dal coronaviruse la conseguente crisi economica che ne è susseguita, sono due dei fattori che hanno contribuito maggiormente a creare un lieve (ma costante) malcontento tra la popolazione italiana. 

Cittadini che si sono visti prima costretti a rimanere chiusi in casa e poi, una volta allentate le misure restrittive, hanno dovuto iniziare a convivere con i problemi economiciche due mesi di lockdown forzato hanno generato.

Date queste premesse non stupisce l’allarme lanciato dal Ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, che ai microfoni diAgorà Estate su Rai 3 ha evidenziato tutte le sue preoccupazioni circa il rischio che nei prossimi mesi vi possano essere tensioni tra la popolazione.

Il Ministro dell’Interno, come riporta ANSA, ha messo in guardia l’opinione pubblica in meritoal rischio, concreto, che il prossimo autunno vi possano essere tensioni sociali, affermando come questo sia più che una probabilità dato che “a settembre-ottobre vedremo gli esiti di questo periodo di grave crisi economica”.

“Vediamo negozi chiusi, cittadini che non hanno nemmeno la possibilità di provvedere ai propri bisogni quotidiani. Il Governo ha posto in essere tutte le iniziative necessarie per andare incontro a queste esigenze, il rischio è concreto e vedo un atteggiamento di violenza nei contro le forze di polizia assolutamente da condannare” ha poi proseguito Luciana Lamorgese.

Stando alle parole del Ministro dell’Interno questa eventualità sembra essere più che concreta, la speranza è che questo si possa evitare e che, anche attraverso l’intervento del Governo,i cittadini possano superare rapidamente questo momento di difficoltà e tornare a pensare al futuro con serenità.