Bande musicali: Lega, da governo nessuna risposta sul loro futuro

“La risposta che il sottosegretario Orrico ha riservato alla  nostra interrogazione in commissione Cultura sulle bande musicali e sul loro futuro, è deludente quanto inaccettabile. Delude perché nulla dice sulla nostra richiesta di allargare la concessione dei finanziamenti previsti dal bando alle associazioni provinciali, alle singole bande musicali legalmente costituite e ai singoli cori. Si trattava di una misura necessaria per sanare un’incredibile esclusione che tradisce lo spirito dell’emendamento della Lega approvato nella Legge Finanziaria, che prevedeva lo stanziamento di 1 milione per 3 anni a sostegno delle bande musicali. Inaccettabile perché il comportamento del governo e l’applicazione confusa e poco chiara del decreto ministeriale del 24 giugno, rischiano di disperdere le risorse, compromettendo il futuro di un settore intero che ha una forte valenza culturale e sociale per le nostre comunità. Infine, dal governo nessuna risposta sulla nostra richiesta di rinvio al 2021 della scadenza annuale di presentazione dei progetti, visto che la scadenza troppo ravvicinata del 31 luglio, rischia di impedire la presentazione delle domande e il loro successivo accoglimento. Nessuna risposta alla richiesta di prevedere un finanziamento concreto, possibilmente a fondo perduto, da versare direttamente alle singole bande musicali, per dare loro la possibilità di resistere in un momento così delicato e che rischia di comprometterne l’esistenza. Ancora una volta il governo giallorosso si dimostra incapace e inadeguato”.

Così i senatori della Lega Paolo Tosato e Elena Testor,  firmatari dell’interrogazione.