Merler: “25 anni di amministrazione di Centrosinistra sono troppi. Trento deve guardare al futuro”

È il giorno che il Centrodestra forse aspettava da febbraio e che oggi finalmente è arrivato con la presentazione del candidato Sindaco Andrea Merler. La cornice è quella del Parco pubblico S.Marco, in pieno centro a Trento. Presente con forza e con un certo peso, il mondo civico di Trento, proprio quel mondo civico che si era frammentato intorno al nome di Baracetti ma sopratutto dietro al nome di Mattia Gottardi, grande assente della giornata.

Oggi è una giornata importante e che vede Forza Italia protagonista. Io da uomo politico mi sono sempre assunto delle responsabilità, questa è una di quelle” ha dichiarato Giorgio Leonardi di Forza Italia. Leonardi ha poi voluto ricordare Alessandro Baracetti, così come l’importanza che ricopre Forza Italia per il Centrodestra. L’esponente forzista ha quindi voluto invitare tutti all’unità e alla coesione della coalizione che governa non solo nella Provincia Autonoma di Trento, ma anche in numerose regioni italiane.

Il Senatore Adolfo Urso, diventato Commissario locale di Fratelli d’Italia proprio per via delle frizioni intorno al nome del candidato Alessandro Baracetti, ha espresso la sua soddisfazione per l’allargamento della coalizione che il nome di Merler ha portato. “Merler ha avuto un’importante esperienza civica e questo è un valore aggiunto per questa coalizione che così racchiude al suo interno due anime”, ha concluso il Senatore Urso.

Prende la parola l’Assessore provinciale all’Istruzione e Segretario provinciale della Lega Mirko Bisesti

Parole di elogio per Merler da parte di Mirko Bisesti: “Merler è quella figura per noi che rappresenta un punto che va oltre, il miglior candidato Sindaco per Trento. In città il Centrosinistra vuole presentarsi come il ‘nuovo’ quando questo non è vero. Prendere delle decisioni spesso non è facile, ma le si fanno quando ne vale la pena“. Il Segretario della Lega ha poi voluto ricordare l’importanza di un rapporto sinergico tra Provincia e Comune di Trento, puntando a valorizzare proprio quest’ultima che a settembre avrà la Facoltà di Medicina tanto voluta proprio dall’Assessore all’Istruzione.

Merler ha aperto il suo intervento ringraziando soprattutto sua moglie, Giulia, che lo ha sempre sostenuto e che lo sosterrà anche nella sfida più fondamentale della sua vita. I punti su cui si è soffermato Merler passano dal voler attrarre investimenti in questa Città anche fuori dalla Provincia, puntare sulla funivia Trento-Bondone, rilanciare le partnership per le opere pubbliche tra privato e pubblico ma anche una particolare attenzione al green, come a esempio puntando sulla raccolta delle acque piovane.

La sicurezza, inoltre, rappresenta un punto fondamentale per l’ipotetica Giunta Merler: il candidato Sindaco ha infatti affermato che è inutile ricordare come la sinistra di Trento, amministrando come se vivesse in un loft in centro, abbia dimenticato i problemi dei cittadini.

Il sogno di Merler è puntare a rendere Trento un polo finanziario in base alle capacità che può avere la Città, capacità che il candidato Sindaco ritiene ottime anche se ricorda come sia necessario lavorare in tal senso con i piedi per terra. Importante sarà il collegamento con l’Università di Trento per realizzare questo scopo. A conclusione della conferenza stampa, il candidato Sindaco ha presentato il soggetto civico che lo sosterrà, dal nome “Trento Unita“.