SS42. Approvato l’ordine del giorno per il completamento dello svincolo di Malè

Approvato l’ordine del giorno – primo firmatario il Consigliere della Lega Ivano Job – che prevede di rendere cantierabile, in tempi brevi, i lavori di completamento dello svincolo di Malè centro sulla SS 42 del Tonale e della Medola.

Il Consigliere Job – primo firmatario dell’ordine del giorno – a riguardo ha dichiarato: “Il 29 luglio 2012, alla presenza dell’allora Assessore provinciale ai lavori pubblici è stato illustrato il progetto per il completamento dello svincolo sulla Statale 42 per l’entrata di Malé (provenendo dal Tonale), e l’uscita da Malé verso Trento (provenendo dal paese), attesi dal 1994, ponendo quali punti fermi il minor utilizzo possibile di terreno agricolo e minor impatto ambientale dell’opera. 

Successivamente, ottenuto il parere positivo dall’Amministrazione provinciale, l’allora Assessore ai lavori pubblici comunicò che nel 2013 sarebbero iniziati i relativi lavori infrastrutturali, con una previsione di completamento dell’opera per l’anno 2014. 

Purtroppo, nonostante i presupposti favorevoli, i lavori infrastrutturali di suddetto svincolo non furono mai avviati nè, tanto meno, portati a termine. A distanza di qualche anno, si ritiene importante che il capoluogo della valle ottenga, con una certa celerità d’intervento, la realizzazione di questa importante opera per realizzare una messa in sicurezza della carreggiata sia per i veicoli che transitano in uscita per Trento, sia per quelli in entrata provenienti dal passo Tonale. Si ritiene importante sottolineare – sempre in merito alla sicurezza degli automobilisti – che la realizzazione di questo svincolo potrebbe scongiurare possibili gravi incidenti nel momento in cui, pur essendo vietato, le auto si immettono nella statale 42 in direzione Trento in modo illecito e potenzialmente molto pericoloso. E’ bene, pertanto, sottolineare che negli ultimi anni la PAT ha spesso finanziato opere faraoniche dimenticando che, spesso, le opere minori sono essenziali per i cittadini e per la loro sicurezza”.

 L’intervento in progetto prevede il completamento dello svincolo esistente in modo da consentire tutte le manovre da e per il centro abitato di Malè. L’intervento interessa il tratto di S.S. 42 compreso fra la fine della galleria “Rovine” e l’inizio del viadotto “Rabbies”. Per quanto riguarda la strada di collegamento con il centro abitato l’intervento in oggetto inizia a valle del sottopasso della Ferrovia Trento-Malè.

Il tratto di strada a monte dello stesso rimane di competenza comunale. In particolare, nell’ambito del presente progetto, sono previsti i seguenti interventi: realizzazione dei nuovi rami di svincolo, di un sovrappasso, il limitato spostamento plano-altimetrico delle rampe dirette esistenti, l’allargamento e conseguenti limitate modifiche plano-altimetriche della strada di accesso al centro abitato di Malè, la realizzazione della strada interpoderale in prossimità dei nuovi rami di svincolo e, per ultimo, la realizzazione dell’impianto di illuminazione per l’intera area di svincolo.