Pandemia Covid, prorogate al 30 agosto le principali misure di contenimento

L’ordinanza, firmata dal presidente della Provincia autonoma di Trento, è stata decisa dopo la proroga dello Stato di emergenza al 15 ottobre, decisa dal Governo.

In seguito al decreto legge del Governo (numero 83 del 30 luglio 2020) che ha spostato al 15 ottobre 2020 lo stato di emergenza nazionale, la Provincia ha prorogato la validità delle misure di contenimento e dei protocolli di sicurezza, relativi alle attività produttive economiche e sociali. In particolare si è deciso di prorogare le principali misure di contenimento (mascherine, distanziamento sociale) e la validità dei protocolli di prevenzione nei settori economi fino al 30 agosto 2020. Per tutte le altre misure è stata decisa la proroga – nella maggioranza dei casi – fino al 15 ottobre.

Il

termine di fine agosto 2020 per le principali misure di contenimento, comportamento e protocolli di sicurezza è stato deciso dalla Provincia autonoma di Trento, così da adeguare le decisioni al costante monitoraggio del contagio da Covid 19. Sulla base delle evidenze, entro il 30 agosto la Provincia autonoma di Trento deciderà se e come prorogare le misure. 

Nell’ordinanza, firmata oggi dal presidente della Provincia autonoma di Trento, rientrano alcune specifiche disposizioni.

Ad esempio per il trasporto pubblico locale, dal 5 agosto prossimo saranno riattivatati il controllo dei biglietti e l’emissione degli stessi a bordo dei bus e dei treni.

In tema di sicurezza sul lavoro è stato aggiornato il protocollo generale.

CONTAGI: È un agosto che si apre con buone notizie dal fronte che contrasta la diffusione del Covid 19 in Trentino. Il bollettino odierno dell’Azienda provinciale per i servizi sanitari infatti parla di zero contagi a fronte di 1294 tamponi analizzati (647 APSS, 647 FEM). Da aggiungere che fortunatamente nemmeno oggi si registrano decessi causati dal virus, mentre un soggetto positivo ha avuto bisogno di essere ricoverato in ospedale, ma non si trova in rianimazione.