Maffioletti: “Sarò capolista per Forza Italia. Portiamo una nuova ventata di freschezza anche a Trento”

“Sono carica e sarò capolista per Forza Italia alle prossime elezioni comunali a Trento il 20 e 21 settembre”, a dirlo Gabriella Maffioletti che zittisce così ogni strumentale polemica sulla decisione di cambiare in corsa il candidato Sindaco per il centrodestra autonomista. Del resto la discesa in campo di Merler si sta rilevando un boccasana per l’intera coalizione. Nel giro di una settimana si è passati da un 18% a un 27% con il candidato Sindaco per il centrosinistra che a oggi non è certo di contare sulla vittoria al primo turno. Un fattore che preoccupa soprattutto gli ambienti PATT perchè un eventuale secondo turno rappresenterebbe già una mezza vittoria per il centrodestra che confermerebbe un ottimo stato di salute a livello provinciale, ma anche una concreta possibilità di vittoria a Trento. Oggi certamente difficile, ma il 2018 dimostra chiaramente come nulla sia impossibile e questo vale anche al di fuori dell’appeal di Salvini.

Forza Italia ha tutte le carte in regola per far un buon risultato in città. Il vero fattore è rappresentato da Merler che comunque proviene da quel mondo e, sebbene oggi sia un civico, in qualche modo verrà sempre visto vicino al mondo degli azzurri.

Forza Italia si tira in questa storia fuori dalle polemiche di questi ultimi giorni e lo dice chiaramente Gabriella Maffioletti: “Senza volere negare note ed ampie differenze, ci preme però sottolineare come l’assenza di Forza Italia da questo chiacchiericcio spesso inutile oltreché di difficile sopportazione, sia dovuta non a una presunta assenza di argomenti o pochezza di proposte, ma ad una scelta ben precisa. Noi, dirigenti del nuovo corso in Trentino del Partito Forza Italia,  non vogliamo entrare in sterili e stucchevoli polemiche, preferiamo lavorare in ossequiosa osservazione e silenzio ed al contempo presentarci all’elettore attraverso, le nostre figure e le nostre idee profonde e di sicuro effetto. Il programma del partito, in 10 punti, lo dimostra in maniera inequivocabile. Ogni nostro intervento sarà teso ad efficientare i vari settori della pubblica amministrazione con lo scopo unico di fornire servizi sempre migliori alla cittadinanza e garantire politiche concrete che valorizzino e tutelino la nostra splendida città”.

Ma quali saranno gli argomenti principali che affronterà Forza Italia? Li spiega la stessa capolista che dichiara: “Ci occuperemo  di rafforzare  le istanze di tutte quelle persone, e sono tante ne siamo certi, che vogliono che Trento torni ad essere una città piacevole da vivere, dove ci si possa incontrare in totale sicurezza, dove sia comodo e facile spostarsi con i mezzi pubblici  o con nuove soluzioni, come quella della realizzazione di nuove piste ciclabili o lo sfruttamento delle risorse dei sobborghi, facendone delle piccole cittadelle autonome. L’individuazione di aree dismesse da riconvertire in altri luoghi di interesse collettivo  si potrà avvalere di proposte concrete, come quella della realizzazione di un centro congressi nell’area ex-Italcementi, mentre per snellire la burocrazia si necessita la digitalizzazione di gran parte dei servizi ed un profondo processo di sburocratizzazione delle pratiche amministrative con tempi brevi e minor costi soprattutto nel settore delle licenze dell’edilizia privata  Per  potere venire incontro alle famiglie, si pensa all’investimento nella figura della Tagesmutter e dei voucher per servizi babysitteraggio,  per quanto concerne l’edilizia pubblica, una riforma dell’ITEA e dei criteri di accesso agli alloggi con canoni di locazione accessibili alle famiglie ed ai single. Riforma strutturale dei servizi sociali che devono ritornare alla loro mission originaria a fianco e a supporto dei cittadini e delle famiglie e a contrastare il fenomeno dell’allontanamento coatto dei minori per collocazione degli stessi in strutture esterne o affidi a famiglie terze….”