Addio a Sergio Zavoli. Nel 1997 all’Arcivescovile per i 70 anni di Vita Trentina

Collaboratore delle piu' prestigiose testate italiane. Giornalista d'altri tempi.

Lo scrittore e giornalista Sergio Zavoli, scomparso stanotte a 97 anni, è ricordato a Trento per la sua “lectio” all’Arcivescovile del 28 febbraio 1997  su invito del direttore di Vita Trentina don Agostino Valentini (per il 70° del settimanale) e del Collegio Arcivescovile. C’erano 700 persone ad ascoltarlo (in diretta anche su radio Studio Sette) nell’aula magna gremita attorno ai temi del suo best seller “Credere, non credere”.

Le sue opere piu’ note ed attuali: I giorni della meraviglia. Campana, Oriani, Panzini, Serra e i giullari della poesia, Venezia, Marsilio, 1994. 

Viva l’Itaglia, Roma-Milano, Nuova Eri-A. Mondadori, 1995. 

Credere non credere, Roma-Casale Monferrato, RAI-ERI-Piemme, 1996.

Rimetti a noi i nostri dubbi. Dalla cometa alla bussola spaziale una lanterna continua a far luce sui nostri passi, Torino, Società Editrice Internazionale, 1996. 

I volti della mente. Viaggio nel pensiero ammalato, Venezia, Marsilio, 1997. 

Nato a Ravenna, si e’ spento a Roma dopo una vita intensa e una carriera riconosciuta. Lo stimato scrittore aveva 97 anni.

Fonte: Arcidiocesi di Trento