Gli Autonomisti Popolari dentro la civica a sostegno di Andrea Merler

Alla fine gli Autonomisti Popolari di Kaswalder saranno all’interno della Civica a sostegno del Candidato Sindaco per il centrodestra Andrea Merler. La decisione è giunta dopo un approfondito dibattito all’interno della sezione. Un dibattito che comunque fa emergere una certa amarezza per la gestione della vicenda Baracetti. La sezione infatti ha affermato: “Per mesi abbiamo lealmente collaborato con lui apprezzandone le capacità, l’impegno e le idee seriamente convinti che fosse un ottimo candidato sindaco, per garantire alla città un radicale cambiamento rispetto al passato. Poi il repentino e, per noi, inaspettato cambio di candidato, per ragioni che non riusciamo a capire, ma solo intuire, ha inciso fortemente sui valori, quali la sincerità, la coerenza e la fedeltà alla parola data che costituiscono il nostro fondamentale punto di riferimento non negoziabile.Non più tardi di qualche giorno fa, con un comunicato stampa, abbiamo manifestato la nostra solidarietà a Baracetti dissociandoci dai comportamenti tenuti nei suoi confronti e non presentandoci alla presentazione ufficiale della candidatura a sindaco del suo sostituto Andrea Merler”.

Il loro dissento è stato dovuto esclusivamente sul metodo utilizzato nell’individuazione della scelta. Barbara Balsamo ha poi aggiunto: “In questi ultimi giorni ci siamo ritrovati più volte come sezione di Trento per decidere come comportarci, senza venir meno ai nostri citati valori irrinunciabili. Non sono state giornate facili ma la politica è fatta di scelte come quella fatta a suo tempo di aderire alla coalizione di centro destra autonomista per partecipare attivamente al cambiamento.È giunto il tempo che Trento, città del concilio, elabori un nuovo modo di essere città della cultura, città del lavoro, città del bene comune, una città che pensa alle generazioni che hanno dato tanto e a quelle che verranno, una città che usa le tecnologie per essere vicina ai suoi cittadini, accogliente e sicura. Questo era e resta il nostro progetto e il nostro impegno per queste elezioni. Questo era il progetto che avevamo condiviso con Baracetti e che ci ha spinto a continuare a portarlo avanti attuando tutte le iniziative atte a supportarlo efficacemente. Purtroppo tutta questa situazione e il repentino cambio di candidato ha provocato il passo indietro di alcuni nostri candidati, che avevano dichiarato la disponibilità, forse non capendo la sottesa necessità di intervenire in modo fattivo per liberare la nostra città dall’immobilismo e soprattutto dal grave pericolo e pregiudizio derivanti dalla continuità quasi certa che deriverebbe dalla vittoria del candidato di csx.Il confronto interno e il dibattito di questi giorni ci hanno portati alla considerazione che non potevamo ritirarci dalla lotta per il cambiamento, non potevamo lasciare campo libero alla sinistra e alla sua demagogia, a quei poteri forti che tengono in ostaggio la nostra città e non solo quella (cooperazione docet)”.

Per questo gli Autonomisti Popolar,i con la forza della loro storia, nella ricerca continua di nuove idee al passo con i tempi accettiamo la sfida di una nuova Trento. Per questo hanno deciso di procedere verso un accordo programmatico con il Candidato Sindaco Merler su alcuni punti del programma per loro fondamentali a garanzia di concretizzare poi i loro obiettivi per una Trento migliore e per una Trento autonomista. Per questo gli Autonomisti Popolari, coerenti con il loro impegno, fedeli alla coalizione di centro destra autonomista pur da una posizione critica e autonoma hanno deciso di partecipare attivamente alle elezioni comunali della città di Trento.