Marcello Carli, Rinascimento Trento: soddisfatto del rapporto in coalizione

La convinzione della coalizione è di essere il punto di convergenza delle sensibilità dimenticate dalle sinistra.

Marcello Carli con la sottoscrizione dell’impegno con la città di Trento presenta la sua candidatura per Sindaco del capoluogo presso la Piazza dedicata ai Martiri delle Foibe insieme a lui Claudio Cia che con AGIRE lo appoggia e Democrazia Cristiana.

La coalizione con “Rinascimento Trento” precetta di avere successo per far ripartire Trento.

Claudio Cia

“Trento è ferma – ha detto Carli – e tra le nostre priorità ci sono la Funivia del Monte Bondone e la Riconversione del vecchio P.O. se faranno il NOT”. In questa comunanza di intenti è una sintesi di intesa con la posizione di Dario Maestranzi. Presente in mattinata.

Secondo Marcello Carli la città di Trento ha dedicato poco spazio (politicamente parlando) alle necessità dei più deboli, trattasi di disabilità e di problemi sociali, insomma la città di Trento ha dimenticato di giocarsi il ruolo di incubatore inclusivo per tutte le persone, anche quelle con problemi di integrazione sociale e lavorativa legate alle diverse forme di handicap.

“Con la nostra coalizione ci siamo candidati per amministrare, gli altri si sono candidati per vincere” è stato il principale affondo verso i competitor di centro destra. In mattinata hanno presenziato la zona anche le liste che si sono presentate in suo sostegno.