Sul destino di Cia in Giunta tutto dipende dalle comunali

A rischio il ruolo di Claudio Cia come Assessore regionale. La decisione del leader di Agire per il Trentino di sostenere Carli alle elezioni comunali in contrapposizione anche a quell’Andrea Merler che lo aveva sostenuto nel 2015 può aver ripercussioni anche a livello provinciale e regionale. Lo accenna – come è nel suo modo – Bisesti, il quale non smentisce i mal di pancia all’interno della Lega che si stanno facendo sempre più forti dopo le vicende che si sono svolte in occasione delle comunali a Trento.

In molti vorrebbero prendere il posto di Claudio Cia come assessore provinciale, soprattutto persone che hanno sempre accettato senza batter ciglio a tutte le decisioni intraprese da Fugatti e Bisesti e che ora richiedono una doverosa ricompensa.

Altro discorso riguarda Kaswalder. Lì i giochi sono più complessi perchè mancano due voti per eleggere un Presidente del Consiglio provinciale. Due voti preziosissimi e che le forze di opposizione difficilmente vogliono dare anche perchè l’assenza di un Presidente del Consiglio darebbe automaticamente alla sinistra la possibilità di averne uno – ovviamente facente funzioni – loro sino a fine legislatura.

Di sicuro saranno manovre che ci saranno all’indomani delle elezioni comunali, manovre che possono avere degli aspetti totalmente diversi a seconda che ci sia un secondo turno a Trento.

In questo caso l’appoggio di Carli diventerà determinante, ma sarà altresì determinante capire come questo appoggio arriverà.