Marcello Carli in visita alla Virtus Trento con i rappresentanti di Agire: “La riqualificazione va completata”

Nella giornata di ieri il candidato Sindaco di Trento Marcello Carli ha visitato le strutture della società sportiva dilettantistica Virtus Trento, su invito del candidato di Agire per il Trentino, Massimiliano Troilo, che dall’età di 18 anni presta la sua attività volontaria nell’associazione, della quale è membro del consiglio direttivo e Direttore Sportivo della squadra di Calcio a 5.

Troilo ha voluto far presente al candidato Sindaco le condizioni in cui sono obbligati ad operare i volontari che prestano i loro servizi alla sportiva in questione. “La sede societaria, sita nel ‘corpo est’ – ha spiega Troilo – è alloggiata all’interno di un prefabbricato in lamiera, che poco a poco sta arrugginendo e risulta essere decisamente poco adeguato ad ospitare uffici, magazzini, sala ristoro, deposito attrezzatura e non ultimo servizi igienici di una società sportiva che ha un importante ruolo sociale ed aggregativo“.

Si tenga presente – ha evidenziato il dirigente – che la Società paga circa 1.500,00 € annui ad Asis, la partecipata che ha in gestione gli impianti sportivi, per una sede insalubre e pericolosa della quale per giunta può fruire senza disagi solo nelle stagioni autunnali e primaverili. Infatti l’estate non è possibile tenere riunioni a causa delle temperature invivibili e i forti odori che plastica e lamiera rilasciano con le alte temperature, mentre l’inverno la sede risulta non fruibile poiché si gela“. Viene da chiedersi – ha aggiunto infine Troilo – perché siano stati spesi centinaia di migliaia di euro per rifare il manto erboso e gli spogliatoi di un impianto sportivo come il Talamo, per poi lasciare in completo stato di abbandono la sede societaria“.

Dopo aver preso visione di persona delle condizioni della struttura, il candidato Sindaco Marcello Carli, attivo sportivo e nel recente passato Presidente della società polisportiva Calisio, ha concordato sull’importanza che riveste il completamento di un lavoro di riqualificazione iniziato anni fa per dare decoro e lustro a tutta la struttura, ma soprattutto per evidenti ragioni di sicurezza e rispetto delle normative

Oltre ad essere indecorosa la situazione di una struttura fatiscente, con  lamiere arrugginite e servizi igienici vetusti, risulta anche poco rispettosa nei confronti di chi con sacrificio e dedizione dedica il proprio tempo all’associazionismo sportivo, in particolare rivolto ai giovani e si trova a farlo in un luogo assolutamente inadeguato per una città che come Trento, si trova al vertici nella classifica dell’indice di sportività delle città italiane” ha affermato Carli.

Presente anche Claudio Cia, Consigliere provinciale e capolista di Agire per il Trentino, che ha voluto far presente a Carli l’importanza in una futura amministrazione cittadina del ruolo del volontariato, in particolare quello sportivo: “Ogni bambino e ragazzo che è su questi campi è un bambino o ragazzo tolto ad altre attività che possono portare ad abitudini sbagliate. L’amministrazione non può porsi a queste società solo come portatrice di vincoli e costi, ma dovrebbe venire da chi segue queste società, magari gratuitamente da decenni, e chiedere cosa può fare per loro il Comune per portare avanti al meglio il loro servizio alla comunità“.