RSA. Onda Civica deposita una mozione, Degasperi: “Finito il tempo dei tavoli, servono risposte”

Filippo Degasperi, candidato sindaco a Trento per Onda Civica, è intervenuto nella giornata odierna per esprimere il proprio punto di vista in merito alla delicata questione delle RSA trentine e dei loro ospiti, anche in relazione agli sviluppi cui l’epidemia di coronavirus e la conseguente emergenza sanitaria ha portato.

Secondo Degasperi infatti, la gestione delle RSA sarebbe arrivata ad un punto critico, con gli ospiti di tali strutture rimasti gli unici penalizzati (e lontani anche dagli affetti familiari), mentre nel resto d’Italia sarebbero in pochi a rispettare davvero le regole, tra calciatori che si abbracciano e una movida senza controllo.

“Stiamo purtroppo assistendo ad una ghettizzazione ed una clausura forzata situazione che, inevitabilmente, sta portando velocemente gli anziani a lasciarsi andare a causa del gravissimo senso di abbandono. Il sistema è divenuto quasi carcerario. Dalla fase più acuta i mesi sono trascorsi inutilmente tanto che l’unica novità è rappresentata dall’ennesimo tavolo inventato dalla Provincia per spostare ancora in là nel tempo le decisioni” ha aggiunto in merito il candidato sindaco di Onda Civica.

Successivamente Filippo Degasperi ha posto l’accento sulle problematiche che affliggono chi lavora nelle RSA, affermando: “Al momento vengono stanziati soldi per qualsiasi cosa, ma nel bilancio provinciale approvato a luglio non ho visto un solo euro destinato alle RSA. Gli operatori meritano finalmente i riconoscimenti che attendono da sempre, ad iniziare dall’equiparazione delle condizioni con i dipendenti dell’APSS. Anche l’inquadramento dei medici richiede un rapido riordino per adeguarlo al nuovo contesto e per il quale abbiamo appena depositato una mozione”.

Proprio Onda Civica nelle scorse ore ha presentato una proposta di mozione, di cui lo stesso Degasperi risulta firmatario, diretta al Presidente del Consiglio Provinciale, Walter Kaswalder, volta a migliorare le condizioni delle RSA e dei suoi lavoratori.

Sulla questione delle RSA è intervenuto anche il Consigliere comunale di Onda Civica, Andrea Maschio, che a margine di una manifestazione organizzata nei pressi della struttura di San Bartolomeo, ha affermato: “Da parte nostra sempre grande attenzione all’argomento, fin dal 2015. L’anziano è di fatto ‘parcheggiato’ nella struttura, dove vive con la quotidiana speranza di rivedere i propri cari. Situazione inaccettabile, le segnalazioni da operatori e famigliari sono costanti”.