Covid. Berlusconi ancora al San Raffaele: “ma il quadro clinico non desta preoccupazioni”

Si aggravano, seppur leggermente e in quadro clinico generale che non desta preoccupazioni, le condizioni di Silvio Berlusconi che, dopo essere risultato positivo al coronavirus, nella notte è stato ricoverato presso l’ospedale San Raffaele di Milano.

Berlusconi, che già da alcuni giorni era in isolamento domiciliare presso la sua villa di Arcore, la notte scorsa ha iniziato ad accusare i primi sintomi ed è stato tradotto, in via assolutamente precauzionale, presso il San Raffaele dove gli è stato diagnosticato un principio di polmonite bilaterale.

Il ricovero è avvenuto dopo che nel pomeriggio di ieri, l’ex Presidente del Consiglio era intervenuto telefonicamente ad un convegno di Forza Italia tenutosi a Genova, dove aveva rassicurato i presenti di non avere più febbre e dolori e di stare complessivamente bene.

Nella notte però, il quadro clinico si è leggermente aggravato con i medici che hanno deciso di procedere ad un ricovero presso la struttura ospedaliera.