Covid. “Reazione sospetta su un paziente”, stop ai test sul vaccino di Pomezia

Free picture (Vaccine) from https://torange.biz/vaccine-18876

Siamo in attesa che il caso sottoposto al comitato indipendente di esperti venga analizzato. I test sui vaccini, anche quelli anti Covid, nonostante l’emergenza pandemica, sono severi, rigorosi e affidabili. Prova di questo è stata la sospensione volontaria della sperimentazione da parte di AstraZeneca del vaccino anti Covid messo a punto dal nostro istituto di ricerca Irbm assieme all’università di Oxford.”

Con queste parole Piero Di Lorenzo, Ad dell’istituto di ricerca Irbm di Pomezia ha voluto informare circa la sospensione dei test sui vaccini anti Covid dopo che un paziente aveva mostrato segni forti di una reazione avversa. Questa pausa, in attesa che venga dato un responso ufficiale, servirà alla casa farmaceutica per effettuare le doverose valutazioni.

Secondo quanto riporta ANSA, il volontario che avrebbe avuto una reazione anomala durante i test sul vaccino si troverebbe in Gran Bretagna, da qui la decisione di sospendere momentaneamente i test in vista di svolgere ulteriori analisi e fare chiarezza sulla vicenda.

Sulla vicenda è intervenuto direttamente un emissario di AstraZeneca che ha affermato: “Il nostro processo standard di revisione dei test ha fatti scattare una pausa. Si tratta di un’azione di routine che si verifica ogni volta che c’è una potenziale reazione inspiegata in uno dei test che consente il tempo di indagare e assicurare allo stesso tempo il mantenimento dell’integrità del processo dei test. Nei test più ampi reazioni possono accadere per caso ma devono essere indipendentemente valutate con attenzione.”

Sebbene non sia inusuale che i test sui vaccini vengano sospesi per effettuare ulteriori test, il fatto che questo specifico caso riguardi il coronavirus pone la vicenda all’attenzione di tutti. Ciò però non dovrebbe influire sulla possibile approvazione del vaccino che verrà deliberata solo se il prodotto rispetterà determinati requisiti sia in termini di efficacia che di sicurezza sui pazienti.