Il terrorismo climatico per rilanciare Greta

Se non moriremo di Covid moriremo per il cambiamento climatico. Come diceva Keynes, sul lungo periodo siamo tutti morti, ma i tg di servizio italiani sono impegnati a terrorizzare tutti con una serie di notizie allarmanti, se non catastrofiche. La temperatura, assicurano al Tg5, ormai organo ufficiale del Pd, crescerà in misura spaventosa nei prossimi anni e le prospettive sono disastrose. Moriremo di sete o di fame, per nuovi virus o per l’inquinamento, per incendi devastanti o per inondazioni inarrestabili. C’è solo l’imbarazzo della scelta.

L’importante è impedire l’uscita dal tunnel della paura. E poi tra qualche giorno ricompariranno i gretini e bisogna tirare la volata ad un movimento in difficoltà proprio perché scomparso causa fifa dei manifestanti. Alle prese, per di più, con la crisi dei Verdi in Svezia, proprio il Paese di Greta. Certo, nemo propheta in patria, però è significativo che la ragazzina presuntuosa ed ignorante non abbia seguito laddove la conoscono meglio. Inoltre, in Svezia, i Verdi sono al governo in una coalizione di centro sinistra. Ed il governo, comme d’habitude, ha accuratamente evitato di realizzare le promesse elettorali legate all’ambiente. Forse è per questo che in Italia i Verdi non hanno successo, dopo aver offerto alla Patria personaggi come Pecoraro Scanio, Rutelli, Manconi. 

Ora, però, il sistema ci riprova. Consapevole che Zingaretti e Giggino non piacciono più e, dunque, serve qualcosa di nuovo. Un nuovo movimento, un nuovo partito. Le sardine emanano un cattivo odore, di marcio. Meglio puntare sugli ambientalisti. Con un adeguato lancio che passa attraverso il terrorismo mediatico. Basta con le bistecche, basta con le auto, basta con la produzione industriale. L’unico rischio è che i primi a terrorizzarsi siano i gretini, già scomparsi per la paura del contagio ed ora richiamati in piazza. Con mascherine d’ordinanza, ovviamente. E con un distanziamento che permetterà ai giornalisti di servizio di inventare numeri di folle inesistenti.