Rovereto, la Lega attacca la coalizione di Valduga: “Sulla viabilità hanno troppa confusione”

A pochi giorni dal voto, a Rovereto la campagna elettorale per le elezioni comunali si incendia sul tema della viabilità. I collegamenti infrastrutturali, come strade e ferrovie sono infatti riconosciuti da tutte le forze politiche in modo trasversale come il problema principale della città, sollevando però delle forti polemiche tra PATT, Lega e il candidato Sindaco Valduga per quanto riguarda le soluzioni.

Qualche giorno fa infatti il Partito Autonomista Trentino Tirolese ha distribuito dei volantini nei quali si affermava che la Lega e il Centrodestra di Governo in Provincia avessero bocciato le loro proposte sul tema viabilità, prendendo come esempi la Circonvallazione di Rovereto e la Valdastico, punti sui quali Ugo Rossi e i suoi avevano presentato diversi ordini del giorno.

Gli esponenti del PATT roveretano in queste ore stanno accusando la maggioranza provinciale di Centrodestra di non aver approvato due loro ordini del giorno riguardanti la tangenziale. Due ordini del giorno proposti nel 2019 come spot elettorale per il Partito Autonomista Trentino Tirolese, che si dimostra incoerente in quanto alleato del Partito Democratico, notoriamente contrario alle Opere viabilistiche che invece sono sempre più indispensabili per Rovereto” ha risposto la sezione della Lega di Rovereto.

Ma la Lega poi attacca anche Francesco Valduga, che nel corso di un comizio ha parlato dell’interramento della ferrovia: nel corso dell’intervento, il Sindaco uscente ha infatti affermato che quel progetto – che potrebbe potenzialmente snellire il traffico – avrebbe una realizzazione possibile solo in un medio-lungo periodo e che per questo è da pensare ad altre soluzioni.

Che cosa intende Valduga per tempi brevi? Che abbia perso di lungimiranza? Oppure, che abbia mica intenzione di dirigersi verso nuovi lidi, magari provinciali, magari nel 2023, comprimendo in modo sostanziale la durata del mandato?” attacca la Lega. “Crediamo che un Sindaco debba lavorare per la sua Città, anche in ottica di medio-lungo periodo, cercando di servire la comunità e di trovare una soluzione pratica per un’infrastruttura oggi necessaria e che per troppi anni è stata negligentemente messa da parte” conclude il comunicato.

Non è possibile stabilire se le dichiarazioni della Lega, riguardo una possibile candidatura di Valduga alle elezioni provinciali del 2023, corrispondano al vero. Certo che la dichiarazione del candidato Sindaco, nella quale si parlava di sette o otto anni come tempo minimo per la realizzazione dell’interramento individuando tale periodo come medio-lungo, fanno nascere il sospetto che possa lasciare il posto da Sindaco di Rovereto, lasciando sostanzialmente abbandonata la città.

RFP