La Giunta Fugatti ha ridotto del 62,4% le spese di rappresentanza della Giunta

Sono molto interessanti i dati emersi dalla risposta che il Presidente del Trentino Maurizio Fugatti ha fornito al Consigliere provinciale Luca Guglielmi, che aveva interrogato la Giunta provinciale per sapere – alla luce anche del dibattito sul Referendum per il taglio dei parlamentari – quale fosse l’ammontare del costo dell’esecutivo provinciale.

In particolare, il Presidente ha fornito tutti i numeri relativi alla XV legislatura – ovvero la Presidenza Ugo Rossi – e alla XVI legislatura, quella iniziata dopo le elezioni del 2018. Il paragone tra il primo anno di Governo delle due Giunte provinciali mostra una significativa riduzione del costo della politica.

Dal 16 novembre 2013 al 31 dicembre 2014, infatti, la Giunta provinciale avrebbe speso come “spese di rappresentanza” 60.570,99€, mentre dal 1° novembre 2018 al 31 dicembre 2019 – mancano i dati del 2020 non essendo ancora concluso l’anno – sono stati spesi solo 22.185€. Il saldo definitivo segnala un -63,37% di spese di rappresentanza con la Giunta Fugatti.

Importante confrontare i dati anche per l’ammontare complessivo dei rimborsi spese relative a viaggi di servizio e missioni: dall’11 novembre 2013 al 31 dicembre 2014 la Giunta Rossi ha rimborsato 100.329,66€ di spese, mentre dal novembre 2018 al 31 dicembre 2019 Fugatti e i suoi hanno dovuto rimborsare appena 38.338,08€, con una riduzione del 61,79%.

Leggendo ancora i numeri della Giunta Rossi, si può notare anche come per quanto riguarda le spese di rappresentanza ci sia stata una sostanziale diminuzione nel corso degli anni, arrivando quasi a dimezzare le spese prima dell’arrivo di Fugatti. Trend assolutamente opposto invece per quanto riguarda i rimborsi spese: i 100.329,66€ del 2013-2014 non arrivano nemmeno a sfiorare l’anno “record” 2017, dove sono stati erogati rimborsi per 124.742,40€.

Sommando spese di rappresentanza e rimborsi spese, nel primo anno di Giunta Fugatti sono stati spesi in totale 60.523,08€. Cifra che, paragonata ai 160.900,65€ spesi nel primo anno di Giunta Rossi, mostra una riduzione di 100.377,57€, pari a un taglio del -62,4%.