Trump: “Il KKK e gli ANTIFA sono gruppi terroristici”

Il piano esecutivo per combattere il KKK e gli ANTIFA è nell'aria da tempo.

Il presidente Trump ha mandato un comunicato alla stampa internazionale in cui – per spiegare i propositi della campagna politica – ha svelato un piano di empowerment economico per i neri americani ad Atlanta, annunciando, lo scorso venerdì, che designerà i gruppi Antifa ed il Ku Klux Klan come organizzazioni terroristiche.

Si chiamerebbe “Piano Platinum” ed è stato parte del progetto Trump-Pence, e descrive in dettaglio la visione di Trump per un potenziale secondo mandato.

Nel piano alcune fondamentali novità alla luce degli eventi americani dei mesi appena passati: l’aumento dell’accesso al capitale per le imprese di persone “dei gruppi neri attualmente esclusi” di quasi $ 500 miliardi, che creerà 3 milioni di nuovi posti di lavoro per la comunità nera e la creazione di 50.000 nuove imprese di proprietà nera. Testuali parole.

Il piano arriva mentre la campagna Trump cerca di aumentare il sostegno tra gli elettori della comunità afro, promuovendo le sue riforme della giustizia penale.

Si tratta di un processo che vuole tendere anche all’occupazione lavorativa.

Sotto i quattro pilastri di “opportunità”, “sicurezza”, “prosperità” e “equità”, la campagna di Trump ha promesso di compiere gesti simbolici.

In pratica la volontà del progetto è di fare un grande cambiamento, anche di tradizione, ad esempio si vuole estendere la Juneteenth come festa nazionale e rendere il linciaggio un crimine d’odio.

Il presidente ha poi deciso di fare due cose che erano nell’aria da tantissimi mesi, dall’inizio della campagna elettorale alla prima tornata, ovvero inserire il Ku Klux Klan e gli Antifa come organizzazioni terroristiche, cosa che ha promesso di fare dal 2019, presumibilmente attraverso un’azione esecutiva.