Proroga stato d’emergenza. Troppi assenti tra la maggioranza, manca il numero legale. Per il PD “è colpa del Covid”

photocredit: occhionotizie

Pochi minuti fa il Ministro della Salute, Roberto Speranza, ha presentato alla Camera dei Deputati le nuove disposizioni con cui il Governo intende affrontare il nuovo aumento dei contagi e contrastare la nuova avanzata del virus Covid-19.

Il nuovo Dpcm, che dovrebbe essere approvato domani, punta a mantenere in essere tutte le norme, ad oggi in vigore, con l’aggiunta dell’obbligo di utilizzare le mascherine anche all’aperto. Sembrerebbe scongiurato, per ora, il pericolo di un nuovo lockdown, con il Governo che dovrebbe optare invece, qualora le condizioni lo rendessero necessario, per chiusure selettive e limitate a determinate zone. Il Dpcm dovrebbe avere durata 30 giorni.

L’incontro avrebbe avuto anche un altro scopo, quello di deliberare sulla proroga dello stato d’emergenza, in scadenza il prossimo 15 ottobre, sino al prossimo 31 gennaio 2021. La cosa è stata resa impossibile a causa delle molte assenze, con il numero legale minimo venuto a mancare.

La situazione è stata denunciata dalla deputata di Fratelli d’Italia, Augusta Montaruli, che ha affermato: “Alla Camera è appena mancato il numero legale sulla proroga dello stato di emergenza. Il PD da la colpa al Covid. Pazzesco”.

Concetto ripreso anche da un altro deputato di FDI, Salvatore Deidda, che attraverso il suo profilo Facebook ha tuonato: “Salta il numero legale sulla proroga dell’emergenza e sull’obbligo delle mascherine! La maggioranza è appena crollata sul numero legale. Rassegnino le dimissioni: non sono in grado nemmeno di garantire la loro azione di governo!!!!”

A questa grave situazione ha provato a rispondere il deputato del Partito Democratico, Emanuele Fiano, chiarendo come questa moriatra le file della maggioranza sia dovuta al coronavirus, con numerosi esponenti assenti o perchè positivi o perchè in isolamento fiduciario.

Fiano, secondo quanto riporta Huffington Post, avrebbe anche dato un bollettino preciso con i numeri degli assenti, specificando: “Il Pd ha 21 deputati in quarantena fiduciaria, i colleghi di M5s mi dicono che loro ne hanno 14, 5 sono i deputati di Iv in quarantena fiduciaria e 1 di Leu”.