Trento. Progetto “Oltre i 13”, iniziata la distribuzione dei nuovi mastelli per il rifiuto residuo

E’ iniziata la distribuzione dei nuovi mastelli per il rifiuto residuo del cosiddetto progetto “Oltre i 13”. Andrà avanti per circa due mesi e sarà preceduta da un avviso affisso all’ingresso del condominio, gli operatori non entreranno in casa ma faranno tutto in esterno, non chiederanno denaro e saranno impegnati anche in attività di informazione sul nuovo sistema. Allo scopo erano state inviate lettere informative ai cittadini coinvolti e agli amministratori di condominio.

Il nuovo sistema di raccolta del residuo prevede:

1. per gli edifici tra le 14 e le 30 unità abitative la consegna a ciascuna famiglia di un mastello del residuo da 30 litri,

2. per gli edifici oltre le 30 unità abitative una revisione del punto di raccolta condominiale,

3. per cinque edifici oltre le 30 unità abitative appositamente selezionati sarà sperimentato il cosiddetto “Sistema Colombo”, composto da cassonetti condominiali e mastelli dotati di microchip assegnati a ciascuna utenza.

Il progetto origina dalla Delibera comunale n. 32 del 03/03/2020 con cui il Comune di Trento ha deciso di aumentare il numero di utenze dotate di contenitori individuali:

1. In questo modo sarà possibile misurare, per una maggiore fetta di popolazione, la quantità di rifiuto effettivamente prodotta grazie alla registrazione degli svuotamenti effettuati dalla singola utenza.

2. Tutte le utenze residenti in edifici con più di 30 unità abitative, “utenze aggregate”, dovranno conferire il rifiuto prodotto all’interno dell’apposito/i cassonetto/i condominiali/e in grado di registrare tutti gli svuotamenti effettuati. Il volume totale registrato per l’utenza condominiale aggregata sarà poi ripartito tra tutte le singole utenze in base al numero di componenti del nucleo familiare e sarà utilizzato per il calcolo della quota variabile della bolletta.

Per tutte le altre raccolte differenziate non cambia nulla.