Trento in City GOLF 2020

Successo per la terza edizione dell’originale torneo ‘presented by Engel & Völkers Trentino’ 18 “buche”, tutte molto originali, disseminate in città Una pallina scagliata “virtualmente” a 241 metri e a oltre 200 Km/h Curtes festeggia la buona riuscita e pensa già al poker del 2021

Dici golf e subito ricorre l’immagine di verdissimi prati vellutati, “caddie” che sgobbano lungo il tracciato con le sacche ricolme di “bastoni”, silenzio surreale per consentire la massima concentrazione, sport all’aria aperta, insomma, outdoor.

Ci sono sport outdoor e sport indoor, ma anche… “In City”, come quello che oggi ha tenuto banco in centro città a Trento, tra i passanti incuriositi. “Trento In City Golf presented by Engel & Völkers Trentino” ha divertito i 72 giocatori e fatto divertire tanta gente – tutti con mascherina – a zonzo per il centro storico, grazie anche ad una splendida giornata di sole.

Nessuna golf cart oggi, ma sacca in spalla per i partecipanti per raggiungere le 18 buche che hanno abbracciato il cuore di Trento, spingendosi fino a Piazza Dante a regalare uno scorcio autentico per il golf anche con un “ostacolo d’acqua”: un tiro attraverso il laghetto e poi sul prato rasato ad arte. Nessuno è finito in acqua, come qualche volta capita nei tornei importanti per recuperare il colpo, per non pagare penalità e recuperare la pallina, morbida in questa occasione. C’era anche il “bunker” voluto da Engel & Völkers Trentino, un tiro dalla sabbia e qualche ‘explosion’ con i granelli a creare giochi di luce sotto il Nettuno coperto, purtroppo, da un’impalcatura.

Tutte davvero originali le buche. A partire dalla numero 1 in Piazza Pasi, dove c’era un gong da centrare con la pallina e che un concorrente ha colpito a mezzogiorno in punto, oppure quello di Fiemme 3000, con nove minuscoli birilli sul parquet da mettere a terra con un “hole-in-one” (centro in un sol colpo) che è riuscito solo ad un concorrente austriaco; apprezzata anche la buca in Piazza Cesare Battisti, con i giocatori obbligati a far cabrare la pallina sopra due Porsche e farla cadere dentro una splendida 718 Boxster GTS 4.0 Cabrio, solo in due hanno infilato una sola pallina. Difficile centrare una finestra al primo piano della Despar in Via Manci, finestra violata solo due volte, o ancora l’emozione di tirare in una magica atmosfera dal proscenio del Teatro Sociale verso le poltrone della platea, nella buca griffata APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi. In Via Oss Mazzurana la buca Daunen Step costringeva a centrare un bel piumone disteso su un letto in legno, in Piazza Duomo invece gara anche di solidarietà. Con i punti segnati nel centrare le quattro finestrelle di un portone Mortec Tooor sono stati raccolti quasi 1000 euro per la AIL (Associazione Italiana contro le Leucemie), e sempre in Piazza Duomo alla buca Southwest Greens-Nicklaus prova di distanza, con il migliore della giornata che ha lanciato la pallina a 241,40 metri e ad una velocità di oltre 200 km/h dentro una speciale struttura. Per fortuna non c’erano…. autovelox in zona! Di originalità a “Trento In City Golf presented by Engel & Völkers Trentino” ce ne sarebbero da raccontare molte altre.

Gli organizzatori di Curtes hanno centrato l’obiettivo anche con questa edizione. Lo sottolinea il CEO Kurt Anrather: “Trento si presta davvero molto bene perché possiamo fare il giro di 18 buche come in un vero campo da golf, passando per le vie e le piazze più belle grazie anche al Comune, e questa è una cosa molto bella. Abbiamo montato anche il bunker di sabbia, una cosa che si fa sui veri campi da golf, poi c’erano l’ostacolo con l’acqua, il LongTest drive, oltre a dei tee particolari dove si doveva attraversare una porta o lanciare attraverso una finestra, come quelli di Eurospar, Internorm o Mortec. C’erano diverse situazioni che non si trovano solitamente sui campi da golf, ma c’era anche il golf reale, come ad esempio in Piazza Dante, con un vero ‘par 4’ sull’erba. Abbiamo avuto un gran lavoro soprattutto per rispettare le norme anti Covid, investendo ovviamente molte risorse per adeguarci alle regole ma lo abbiamo fatto volentieri, perché vedo questo come un evento ‘test’. Alla fine, con le norme che abbiamo seguito e rispettato, tutto è andato bene quindi vuol dire che le regole sono davvero giuste. Ora faremo un bilancio, e ci piacerebbe puntare al poker con la quarta edizione!”

La manifestazione si è svolta sotto l’egida del Comune di Trento, con la nuova assessora al turismo Elisabetta Bozzarelli a portare il saluto della Giunta in apertura di evento insieme al vicepresidente del Consiglio Andrea Merler, appassionato golfista e partecipante.