MES: cos’è l’effetto STIGMA citato da Giuseppe Conte?

L’effetto STIGMA del MES che ieri sera Conte ha citato, senza spiegare cosa sia e perchè ci sia, è chiaro a tutti? Il 12 maggio scorso lo citavo, ma voglio fornirvi una breve spiegazione. Che cos’è l’effetto “STIGMA”? Molto semplice. Il Mes – spero non si parli più di questo argomento – prevede che se un Paese NON ha altra possibilità di finanziarsi sul mercato nazionale o internazionale possa richiedere con tutte le costrizioni previste i fondi del MES.

Perchè funziona cosi? Perchè è l’ultima spiaggia finanziaria per un Paese in profondissima crisi (in fallimento in sostanza).

Nessuno sapeva che esisteva questo effetto “stigma”? Tutti lo sanno (anche Conte) perchè i mercati internazionali quando vedono un Paese che accede ai fondi MES per loro significa che finanziariamente NON ha più risorse, che più nessuno si fida ad acquistare i suoi titoli del debito pubblico.

Quindi è da evitarsi il MES? Certamente si, ma l’Italia è in grado di finanziarsi sui mercati nazionali ed esteri?Certamente si. Lo abbiamo visto con l’ultima emisisone dei BTP decennali che sono stati collocati tutti con tassi al MINIMO storico.

E sui mercati internazionali è possibile ancora finanziarsi? Certamente si. Con i programmi QE della BCE la Banca d’Italia su autorizzazione della BCE acquista miliardi di titoli di debito pubblico italiano ( non solo per l’Italia vale questo discorso). I titoli acquistati con fondi BCE ( che stampa moneta dal nulla – fiat monetae) restano presso la Banca d’Italia che alla scadenza restituisce allo Stato italiano retrocedendo il 98% degli interessi (una parte minima resta per le spese della Banca d’Italia). Ciò significa che questo finanziamento all’Italia costa QUASI zero.

Allora perchè Conte ha aspettato oltre sei mesi per dire (in parte ) la verità? Semplice, perchè vuole mantenere a galla il suo (secondo e spero ultimo),a mio avviso, traballante e totalmente inadeguato governo. Una scelta politica NON economica o di convenienza per il popolo italiano. Solo interssi politici, nulla più, nulla di nuovo (credo).

Ci furono economisti che avevano indicato questa soluzione? Certamente O. Blanchard e J. Pisani-Ferry con il loro articolo dell’aprile scorso ” Monetization do not panic”.Ma allora abbiamo perso tempo e sentito varie “versioni fantasiose” circa la necessità di ricorrere ai fondi MES quando non era assolutamente vero?Questo lo lascio all’intelligenza del lettore.Che succederà ora?Visti i proclami precedenti mi aspetterei una crisi di governo ( se fossero coerenti) dopo mesi e mesi di discussioni e di “assoluta necessità di accedere ai fondi MES”.