Ciocca (Lega): “Dopo gli insetti l’Ue vuole farci mangiare carne finta”

"Le potenti multinazionali cercano di ingannare i consumatori creando confusione"

“Con il voto di venerdì ci troviamo di fronte all’ennesimo tentativo europeo di danneggiare un settore produttivo, questa volta quello delle carni. Non permetteremo che venga messa in discussione la salute dei cittadini e il lavoro di milioni di agricoltori e lavoratori del settore zootecnico italiano ed europeo”. Con queste parole l’eurodeputato Angelo Ciocca è intervenuto ieri durante la sessione plenaria, in vista della conferma con il voto di venerdì sull’emendamento 165 del Regolamento OCM 1308/2013 recante “organizzazione comune dei mercati dei prodotti agricoli”.

Secondo l’europarlamentare della Lega, “per aumentare le proprie vendite e attrarre i consumatori infatti la lobby della carne chimica approfitta di una falla nel sistema chiamando “hamburger o salsicce” prodotti che al loro interno non hanno neanche una minima parte di carne, ma la maggior parte di essi sono creati in laboratorio e contengono alimenti sintetici”.  

“Le potenti multinazionali  – ha concluso l’esponente del carroccio – cercano così di ingannare i consumatori creando confusione e facendo credere che questi finti hamburger abbiano lo stesso apporto nutritivo di uno vero. Basta penalizzare le nostre eccellenze, l’Europa deve premiare l’Italia invece di continuare a danneggiarla con etichette false o a semaforo come il Nutriscore.”

Tesi ribadita poi anche in un post su twitter, con un video in cui, partendo dal lontano 2017, mette in evidenza tutte le lotte condotte dai banchi del Parlamento europeo a tutela del made in Italy.