Covid. Anche Bolzano nella lista delle zone “a rischio Covid” del Governo tedesco

Il Covid continua a spaventare, non solo l’Italia dove la situazione al netto dell’aumento dei contagi è ancora moderatamente sotto controllo ma anche l’Europa, con diversi paesi che sono corsi ai ripari per evitare di trovarsi in una situazione simile a quella degli scorsi mesi. 

È il caso della Germania dove, il Governo, ha stilato una nuova lista delle zone “a rischio Covid nelle quali i turisti tedeschi, una volta rientrati dovranno sottoporsi a 14 giorni di quarantena o al tampone.  

Tra le nazioni inserite in questa “black list” figurano Polonia, l’Austria la Svizzera e anche l’Italia. Proprio per il Belpaese, una tra le mete favorite dal turismo tedesco, il Governo ha fatto un distinguo, regione per regione, tra quelle “proibite” e quelle dove sarà consentito recarsi senza conseguenze. 

Sono ben 11 le regioni italiane inserite nella lista: Val d’Aosta, Umbria, Lombardia, Piemonte, Toscana, Veneto, Lazio, Abruzzo, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Sardegna e, da ultimo, anche la Provincia Autonoma di Bolzano

Chiunque, a partire dal prossimo sabato, si recherà in queste zone dell’Italia, al rientro dovrà sottoporsi ai 14 giorni di quarantena o in alternativa sottoporsi al test molecolare del tampone.  

Questa misura, che sicuramente farà discutere, penalizza soprattutto zone come la Provincia Autonoma di Bolzano che, per vicinanza e tradizione, sono state mete sempre molto frequentate e ambite da tutti i turisti provenienti dalla Germania