Aggressioni in città. Zanetti (Si Può Fare!) bacchetta il Comune: “episodi gravi, amministrazione non ha nulla da dire?”

Silvia Zanetti
Silvia Zanetti

A seguito della presentazione, avvenuta poche ore fa, di un’interrogazione in merito alle aggressioni, con arma bianca, perpetrate ai danni di due donne lo scorso 16 ottobre a Trento, il Consigliere Comunale di SI PUO’ FARE, Silvia Zanetti, è intervenuta per fornire il proprio punto di vista sulla vicenda. 

Silvia Zanetti, dopo aver ricordato come tali aggressioni abbiano avuto ampio risalto mediatico, ha lamentato il fatto che l’amministrazione comunale di Trento, ad una settimana dai fatti, non abbia mostrato di essersi interessata alla vicenda. Non comunicando un eventuale interessamento per verificare la dinamica delle vicende, né eventuali misure preventive per evitare che fatti così gravi possano ripetersi. 

“Si auspica, posta la gravità dei fatti riportati, che Sindaco e Giunta Comunale, in coordinamento con le Forze dell’Ordine preposte, intervengano con decisione e tempi rapidi al fine di scongiurare aggressioni di tal genere in futuro. Allo stesso tempo, si evidenzia profondo rammarico per il fatto che né il Sindaco di Trento, né la Giunta Comunale – quest’ultima peraltro composta in buona percentuale da donne- abbiano dichiarato solidarietà o preso posizione a sostegno delle donne aggredite” ha poi tuonato il Consigliere di SI PUO’ FARE

Per l’ex candidato sindaco sarebbe opportuno che le istituzioni mostrassero la loro vicinanza alle vittime di queste aggressioni, non solo per un dovere istituzionale, ma soprattutto per senso civico e morale. Aggiungendo come sarebbe importante che venisse fornito anche un sostegno psicologico, visto che episodi del genere possono portare un contraccolpo psico-emotivo importante. 

Sostegno che il Comune di Trento non ha ancora voluto mostrare.