Tutti i ristoranti chiudono alle 18? Su quello della Camera un mistero sulla sua apertura o meno

29 Dec 1971, Rome, Italy --- Senators and Deputies fill the flag-draped Chamber of Deputies to witness President Giovanni Leone (standing at second highest row of desks facing deputies) take the oath of office. --- Image by © Bettmann/CORBIS

“La riapertura del ristorante alla Camera? E un fatto grave: li denunceremo alla magistratura per abuso di atti d’ufficio, perché si sono qualificati ancora una volta come cittadini diversi da tutti gli altri italiani, che invece sono costretti a mangiare a casa la sera”. Così all’Adnkronos il presidente del Codacons Carlo Rienzi, commentando la notizia della riapertura, a partire da oggi, del ristorante della Camera dal lunedì al giovedì per un massimo di 40 deputati a sera.

“La Camera evidentemente -ironizza Rienzi- si considera un alberghetto di buona categoria, perché è l’unica che può tenere un ristorante aperto mentre i ristoranti di tutto il resto d’Italia sono costretti a chiudere. A questo punto troveremo tutti una scusa per andarli a trovare, e poter usufruire anche noi del loro servizio”.

L’Onorevole di Fratelli d’Italia Salvatore Deidda ha così commentato: “Se chiudi tutti i ristoranti non puoi aprire la mensa di Montecitorio. Massimo rispetto per chi ci lavora ma i 5 stelle non erano l’Anticasta? Ahi ahi Nessun deputato di Fratelli d’Italia frequenterà alla sera il ristorante della Camera dei deputati fino a che non saranno fatti riaprire tutti gli altri ristoranti oltre le 18”

«Il ristorante dei deputati non è in funzione, la sera è chiuso». Lo ha ribadito il presidente della Camera Roberto Fico rispondendo a chi, durante l’esame del ddl omofobia, lo aveva interpellato sul tema . Andrea Delmastro di Fdi ha detto che nessun deputato del suo gruppo «andrà al ristorante dei deputati fino a quando quelli all’esterno saranno chiusi».