Covid, Provincia di Trento: Massima attenzione!

La crescita esponenziale era prevista ed oggi la cifra dei nuovi casi positivi sfiora il raddoppio rispetto a ieri.

Coronavirus
Coronavirus

A fronte di un aumento dei casi positivi riscontrato dall’Azienda sanitaria nell’ultimo periodo è stato attivato il piano di riorganizzazione degli ospedali, proprio per far fronte all’attesa crescita dei casi con sintomi. Apss rinnova con forza la raccomandazione di rispettare la regola del distanziamento, l’igiene delle mani e l’uso della mascherina in tutte le situazioni in cui non sia garantita al 100 per cento la sicurezza, soprattutto nei confronti delle persone anziane. Da parte nostra l’invito è rimanere costantemente aggiornati seguendo i nostri canali di comunicazione.

La crescita esponenziale era prevista ed oggi la cifra dei nuovi casi positivi sfiora il raddoppio rispetto a ieri. Il rapporto quotidiano dell’Azienda provinciale per i servizi sanitari riporta ora 390 nuovi soggetti contagiati dal virus, 224 dei quali sintomatici. Va detto che 208 persone sono classificate pauci-sintomatiche, ma cresce, seppur di poco, il numero dei ricoveri in ospedale: oggi sono 130 i pazienti di cui, come ieri, 9 in rianimazione.
L’Azienda sanitaria ha comunque già attivato il piano di riorganizzazione degli ospedali per far fronte all’atteso aumento dei casi con sintomi e rinnova con forza la raccomandazione di rispettare la regola del distanziamento, l’igiene delle mani e l’uso della mascherina in tutte le situazioni in cui non sia garantita al 100 per cento la sicurezza, soprattutto nei confronti delle persone anziane.
A questo proposito va evidenziato che del totale dei positivi di oggi ve ne sono 48 con 70 o più anni e che il covid-19 ha conseguenze tragiche soprattutto fra le classi più anziane. Oggi il registro dei decessi aumenta di 1 unità.
Analoga la richiesta di non abbassare la guardia fra i ragazzi: nel report si registrano 51 nuovi casi di bambini e ragazzi in età scolare ed è probabile che questo comporterà l’isolamento delle rispettive classi (ieri quelle in quarantena erano 167).
Continua a rimanere fondamentale l’intensa azione di monitoraggio sostenuta dai sanitari attraverso le tecniche di screening e contact tracing: ieri sono stati analizzati 3.056 tamponi, dei quali 1.884 nel laboratorio di Microbiologia dell’Ospedale Santa Chiara e 1.172 dalla Fem.