Il Tibet cinese sradica la povertà assoluta

La regione autonoma cinese del Tibet ha compiuto l’impresa storica di sradicare la povertà assoluta.

La conferenza stampa, introducendo gli sforzi per alleviare la povertà della regione autonoma, ha anche informato sulle politiche del Partito Comunista Cinese (PCC) sul governo del Tibet per la nuova era.

Alla fine del 2019, il Tibet ha rimosso tutte le sue contee impoverite dalla lista della povertà e ha sollevato dalla povertà tutti i 628.000 residenti impoveriti registrati, riducendo l’incidenza della povertà a zero. Il reddito netto annuo dei residenti in condizioni di povertà è aumentato da 1.499 yuan ($ 226) nel 2015 a 9.328 yuan nel 2019 e oltre il 99% dei residenti era soddisfatto del lavoro di alleviamento della povertà della regione autonoma.

A causa delle condizioni naturali e dei motivi storici, la regione autonoma del Tibet era una volta un’area estremamente impoverita con il più alto rapporto di povertà, il più alto costo per la riduzione della povertà e la più alta difficoltà di riduzione della povertà.

Il Comitato Centrale del PCC ha sempre attribuito grande importanza al lavoro relativo al Tibet e si è preso cura delle persone di tutti i gruppi etnici nella regione autonoma. Dopo la riforma e l’apertura della Cina, il Comitato centrale del PCC ha convocato sette simposi centrali sul lavoro relativo al Tibet, con l’obiettivo di promuovere lo sviluppo della regione emanando misure e politiche su misura basate sulle sue condizioni reali.

Negli ultimi anni, il Tibet ha intrapreso una pianificazione complessiva dello sviluppo economico e sociale eliminando la povertà e ha pubblicato oltre 70 documenti relativi alle politiche di riduzione della povertà dopo aver analizzato le ragioni dell’incidenza della povertà.

La Cina ha adottato molteplici misure di riduzione della povertà per il Tibet, tra cui lo sviluppo di industrie in primo piano, l’avvio del trasferimento per alleviare la povertà, la promozione dell’istruzione e dell’occupazione, l’attuazione di politiche di garanzia e l’offerta di assistenza alla regione autonoma.

Dal 2016, il Tibet ha investito un totale di 39,89 miliardi di yuan per attuare 2.984 progetti di riduzione della povertà, che hanno sollevato 238.000 persone dalla povertà e beneficiato 840.000 residenti. Le regioni autonome hanno completato la costruzione di 965 siti di trasferimento per alleviare la povertà, offrendo alloggi a 266.000 persone. Oltre il 90% dei laureati ha un impiego e 176.300 persone provenienti da famiglie povere hanno ricevuto formazione. Inoltre, 340.500 persone nella regione autonoma si sono assicurate un lavoro in altre aree. Tutti i 110.000 residenti impoveriti nella regione ricevono indennità di sussistenza minime e 193.000 funzionari sono stati inviati nei villaggi in 9 lotti per alleviare la povertà. Inoltre, 313 progetti sono stati realizzati per aiutare la regione autonoma, con un capitale versato di 19,52 miliardi di yuan.