Covid. Aumenta la copertura di Immuni: il Trentino tra le regioni più virtuose

photocredit: regione Lombardia

 
Sebbene negli scorsi mesi sia stata al centro di feroci polemiche oggi, complice anche l’impennata di casi avvenuta sul suolo italiano e le numerose restrizioni imposte dal Governo nelle ultime settimane, Immuni è tornata al centro dell’attenzione mediatica per il sensibile aumento, in percentuale, degli italiani che hanno deciso di scaricarla. 

L’applicazione, nata per tracciare i contatti delle persone in contrasto all’espansione del Covid sul territorio nazionale, è stata infatti scaricata dal 17.9% degli italiani aventi più di 14 anni. Il dato, relativo al mese di ottobre, assume connotazioni ancora maggiori se si considera l’aumento (+12.5%) rispetto ai dati di settembre 2020. 

Analizzando nello specifico i risultati del report, si nota come le regioni “più virtuose” siano state Emilia Romagna (22.3% della popolazione), Toscana (21.8%) e Lazio (21.7%). 

Anche la Provincia Autonoma di Trento con il suo 19.4% si attesta nel gotha delle regioni con il maggior numero di persone ad aver scaricato Immuni. Nel complesso sono 10 le regioni la cui media specifica supera quella nazionale: Abruzzo (21.5%), Umbria (20.7%), Lombardia (20.1%), Valle D’Aosta (20%), Sardegna (19.8%), Marche 19.2% e Liguria (18.3%).  

Il rovescio della medaglia, ovvero le regioni con le percentuali più basse, vede invece la Calabria all’ultimo posto con il 12.2%, preceduta da Sicilia (12.5%) e Campania (13.3%). In fondo a questa particolare classifica si trovano anche: Puglia (14,6%), Molise (14.9%), Friuli Venezia Giulia (15.8%), Veneto (16.4%), Provincia autonoma di Bolzano (16.7%), Basilicata (16.9%) e Piemonte (17.5%). 

Analizzando questi dati il trend intorno ad Immuni sembra essere in forte cambiamento, l’impennata di contagi e l’emanazione di norme restrittive nelle ultime settimane, può aver contribuito a cambiare la percezione della popolazione intorno a quest’applicazione. Facendola passare da “nemico da combattere” a “importante alleato” nella lotta contro il Covid.