Covid. Conte: “Lavoro per evitare il lockdown totale. Il Governo ha una strategia”

“Continuerò a battermi per tenere aperte le scuole. Credo che, compatibilmente con la situazione epidemiologica, dobbiamo provare a tenerle aperte e anche laddove ci fossero ulteriori limitazioni, più si limitano le attività fuori la scuola più si abbassa il rischio dentro la scuola. Guai a pensare che la scuola non sia attività produttiva e a sacrificarla: è la principessa delle attività produttive, senza formazione non abbiamo futuro”.

E’ iniziato così l’intervento con il quale il Ministro dell’Istruzione, Lucia Azzolina, ha voluto ribadire l’importanza del comparto scolastico anche e soprattutto in questo delicato momento dove la minaccia di un lockdwon e di una chiusura totale dell’Italia è più viva che mai.

Il Ministro, proseguendo nel suo intervento, ha ribadito l’importanza del tenere aperte le scuole, chiarendo che un’eventuale chiusura porterebbe a correre il rischio di un disastro educativo, sociologico, formativo e psicologico. Specificando inoltre, come i bambini abbiano diritto ad avere stralci di normalità nella loro vita.

Contestualmente all’intervento del Ministro dell’Istruzione anche il Premier Giuseppe Conte ha voluto fare chiarezza, attraverso un’intervista sul quotidiano La Stampa, sulla possibilità che presto si arrivi ad un lockdown generalizzato, affermando: “Lavoro per evitare il lockdown totale. La curva sta salendo ma mi aspetto che nei prossimi giorni, anche per effetto delle nostre misure, cominci a flettere.”

Conte, prima di concludere, ha rassicurato tutti affermando come il Governo abbia una strategia e lanciando un appello alla cittadinanza perchè collabori e rispetti le norme restrittive. In aggiunta il premier ha chiarito anche come l’esecutivo sia pronto per aumentare ed estendere i ristori anche al 2021.