Alex Marini: “Politica in streaming”

Alex Marini (M5S): Gli esponenti delle professioni sanitare sono esausti e devono scendere in piazza per far sentire le loro sacrosante ragioni. La politica invece di ascoltare punta tutto sulle dirette Streaming!

Lunedì 9 novembre si è svolta in via telematica la seduta di Consiglio che avrebbe dovuto aver luogo in presenza la settimana precedente. All’ordine del giorno, oltre che una serie di mozioni, c’erano le comunicazioni della Giunta sulla diffusione dell’epidemia da Covid-19. A margine dell’intervento dell’assessore Stefania Segnana ho presentato una proposta di risoluzione sottoscritta dai colleghi di minoranza chiedendo un maggiore coinvolgimento del Consiglio nella definizione della strategia e delle azioni per far fronte alla crisi determinata dalla pandemia, sia per quel che riguarda i risvolti sanitari che per quelli economico-sociali.

L’atto proponeva la convocazione in via permanente della Quarta Commissione, quella dedicata alle politiche in materia di salute. L’idea era di favorire l’interazione tra tutti i gruppi consiliari e di consultare in via continuativa i rappresentanti degli ordini professionali, delle famiglie con degenti, degli operatori impegnati negli ospedali e nelle residenze per anziani, oltre a tutti i rappresentanti delle categorie, dalle associazioni imprenditoriali, ai sindacati passando per i soggetti che operano all’interno del mondo scolastico.

Come si vede si trattava di una proposta all’insegna del buon senso. Fare fronte comune mettendo in campo una proficua collaborazione tra forze politiche e categorie sociali per combattere il virus e le sue conseguenze devastanti in termini sociali ed economici. Mettere da parte contrapposizioni e retorica elettorale e lavorare insieme per il bene comune, riducendo al minimo la distanza fra eletti ed elettori, in modo da dare risposte a tutti coloro che in questi mesi sono stati messi in ginocchio dal Covid.

Morale della favola? Proposta respinta a maggioranza. Purtroppo alla destra trentina le cose vanno benissimo come sono ora e quindi rifiuta ogni proposta di collaborazione e non è la prima volta. Dopo aver respinto la richiesta di coinvolgere la commissione salute presentata a marzo quando iniziò la pandemia e ad agosto per raccogliere le osservazioni le professioni sanitarie e per ascoltare i famigliari degli ospiti nelle RSA, la maggioranza ha deciso di rimandare di nuovo al mittente la proposta, bocciando senza nemmeno far finta di formulare una qualche strategia alternativa. A loro va evidentemente benissimo gestire le cose a colpi di dirette streaming quotidiane, e pace se questo sistema non permette di consultare, dar voce e fare quindi efficacemente fronte ai bisogni di una cittadinanza che soffre ogni giorno di più!–
——————————
Alex Marini (M5S)
Consigliere della Provincia autonoma di Trento