Le dimissioni di Zanella sono un record comunale

Dopo neanche un mese, la Giunta Ianeselli inizia già a perdere i suoi pezzi. Prima le dimissioni del Consigliere provinciale Paolo Ghezzi, che denuncia – nella sua lettera di addio – anche la presenza di un’opposizione di centrosinistra in provincia frammentata, emblema di quella presente in Comune dove l’impegno decantato dal Primo cittadino viene subito messo da parte a favore di altre cariche dettate dalle esigenze del singolo partito e non da quelle dei cittadini. Ora l’uscita dalla Giunta di Paolo Zanella, l’Assessore più “veloce” della storia di Trento, con tanti saluti al progetto a lungo sbandierato della mobilità sostenibile per abbracciare il ben più comodo scranno provinciale. Logicamente non abbiamo voce in capitolo sulle scelte della maggioranza comunale, ma non ci possiamo stupire della furia del Sindaco dato che proprio da parte degli esponenti di Futura c’era indignazione quando alle scorse elezioni comunali videro nella lista della Lega Trento persone che avevano già un incarico Istituzionale. Quante critiche al Consigliere Moranduzzo Devid che era stato corretto e sincero, ammettendo che la sua era una candidatura al servizio della Lega! Probabilmente per quel tipo di sinistra certe scelte vanno bene se le fanno loro in maniera politicamente discutibile, mentre sono contestabili se avvengono in maniera corretta e trasparente da parte degli avversari.

Questo quanto detto in una nota dal Consigliere comunale Bruna Giuliani.