Zanetti (Si può Fare) contro la chiusura senza preavviso della Piscina di Gardolo: “Lo sport è il cuore dell’educazione dei giovani”

Silvia Zanetti
Silvia Zanetti

Tra i temi toccati nell’ultimo Consiglio comunale di Trento, Silvia Zanetti della lista civica Si può Fare ha voluto trattare la chiusura della Piscina di Gardolo, impianto sportivo importante per la frazione del capoluogo trentino, dal momento che interesse circa 150 famiglie tra atleti e amatori.

Non intendo mettere in discussione la reale necessità di un intervento di pulizia della piscina in questione” avverte subito la Consigliera comunale, “Quello che trovo inaccettabile e irrispettoso è piuttosto l’omesso preavviso necessario della chiusura, che è stata comunicata da un giorno all’altro“.

Dagli atti sembrerebbe infatti che la chiusura dalla data del 25 novembre – e fino al 14 dicembre – sia stata comunicata solo il 24 novembre, senza addurre quindi né un preavviso adeguato né tantomeno una spiegazione del perché si sia dovuto agire con così tanta celerità. Ancor peggio, secondo la Zanetti, che non siano state informate né le associazioni sportive né le famiglie prima di intervenire con il provvedimento comportante la chiusura.

L’ex candidata Sindaco ha quindi presentato una domanda di attualità in Consiglio comunale, chiedendo in primo luogo se gli interventi di manutenzione tanto da comportare una chiusura degli impianti. In secondo luogo, qualora la risposta alla prima domanda fosse positiva e motivata, ha chiesto di sapere come mai si sia proceduto a questa chiusura “inaspettata e frettolosa” senza sentire le associazioni e la Federazione locale del nuoto. Infine, la Zanetti ha chiesto per quale motivo si sia scelto questo specifico periodo per la chiusura e quali provvedimenti intenda adottare la Giunta per ridurre in futuro i tempi di chiusura dell’impianto.

La Giunta deve ancora rispondere al riguardo, in compenso la Zanetti ha rincarato la dose con un post su Facebook: “Asis e Comune devono considerare le società, che sono il cuore dello sport, dell’educazione dei giovani. Dico bene amiche e amici? Ne ho discusso in Consiglio…” è quanto afferma la Consigliera.