Maradona “curato male, si rafforza ipotesi omicidio colposo”

“Nessuno aveva il controllo del paziente”. Diego Armando Maradona abbandonato a se stesso. E’ questo, secondo una fonte investigativa citata dal quotidiano La Nacion, il quadro che si delinea attorno alla morte del Pibe de oro, deceduto 10 giorni fa per un’insufficienza cardiaca. Nel mirino, il neurochirurgo Leopoldo Luque e la psichiatra Agustina Cosachov. “Ogni nuovo elemento che viene acquisito nell’indagine rafforza l’ipotesi provvisoria che ci sia stata una gestione lacunosa nel trattamento che ha ricevuto Maradona. Siamo davanti alla possibilità che sia stato commesso un reato. E’ possibile dire che potremmo trovarci davanti ad un omicidio colposo”, aggiunge la fonte. AdnKronos