40 anni fa moriva John Lennon, ex leader dei Beatles e icona della musica internazionale

Era l’8 dicembre 1980 quando, a causa di cinque colpi di pistola sparati da un fan, moriva l’ex leader dei Beatles, John Lennon, lasciando un vuoto che, tutt’ora, accompagna milioni di appassionati in tutto il mondo. 

Erano le 22.52 di quel drammatico 8 dicembre del 1980 quando, Mark David Chapman, dopo essersi fatto firmare un autografo qualche ora prima, aveva atteso John Lennon fuori dalla sua abitazione di Manhattan (New York) e, dopo aver attirato la sua attenzione gli aveva esploso contro 5 colpi di pistola

John Lennon non ebbe nemmeno il tempo di rendersi conto dell’accaduto e, dopo aver percorso pochi passi, si accasciò al suolo pronunciando le sue ultime parole: “Mi hanno sparato”

Dopo compiuto l’atroce gesto, Chapman si era messo a leggere una copia de “Il Giovane Holden” direttamente sulla scena del crimine e, rispondendo ad un passante che gli chiedeva se si fosse reso conto di ciò che aveva fatto, rispose con un laconico: “Sì, ho appena sparato a John Lennon“. 

Non solo, nelle ore successive l’assassino aveva rilasciato dichiarazioni inquietanti sulle motivazioni del suo insano gesto, arrivando ad affermare: “Sono sicuro che una grossa parte di me è Holden Caulfield, che è il protagonista del libro. Una piccola parte di me deve essere il diavolo.” Inoltre durante il processo che ne seguì, Chapman affermo come fosse già stato a New York in precedenza, con l’obiettivo di uccidere Lennon, senza però riuscirvi. 

Parlò anche di come le sue azioni avessero lo scopo di ottenere attenzione, dichiarandosi colpevole di tutte le accuse e venendo condannato ad un minimo di 20 anni di reclusioni con la pena estendibile fino al massimo dell’ergastolo.  

Nonostante siano passati quarant’anni da quel tragico 8 dicembre, l‘amore dei fans per John Lennon non è certo scemato. Ancora oggi viene considerato uno degli artisti più importanti della storia della musica. E, nonostante la sua vita sia stata spezzata a soli 40 anni, grazie alle sue canzoni (sia quelle con i Beatles che quelle da solista) John Lennon è rimasto un’icona senza tempo della musica internazionale