Venezuela , Bizzotto (Lega): elezioni farsa antidemocratica, UE e Italia non riconoscano vittoria Maduro

Mara Bizzotto
EP Plenary session - Council and Commission statements - Presentation of the programme of activities of the German Presidency

“Le elezioni parlamentari in Venezuela sono una grande farsa, l’ennesimo inganno a un popolo devastato dalla dittatura comunista, l’ennesima furto di democrazia messo in atto dal dittatore Maduro che reclama una fittizia vittoria sulla base di elezioni truccate e viziate da brogli enormi e da una affluenza ridicola”.

Lo dichiara Mara Bizzotto, europarlamentare della Lega, che invoca “l’intervento urgente e risolutivo della Comunità internazionale per cacciare Maduro e mettere fine, una volta per tutte, a questa tragedia in salsa comunista che ha ridotto allo stremo il Paese più ricco del Sud America, nel quale attualmente il 96% della popolazione vive in povertà e l’80% in povertà estrema”.

“Con queste elezioni farsa il regime comunista pretende di eliminare l’ultimo baluardo di democrazia del Paese, quell’Assemblea Nazionale conquistata 5 anni fa dall’opposizione con oltre l’80% di affluenza e che ha proclamato Juan Guaidò come unico e legittimo Presidente riconosciuto a livello internazionale” continua l’eurodeputata Bizzotto

“Ci auguriamo che la UE e il Governo Conte, composto da un partito pro Maduro e filo chavista come i 5 Stelle, non riconoscano la validità e il risultato di queste elezioni, come stanno già facendo molti Paesi – conclude l’europarlamentare Mara Bizzotto – Maduro è un dittatore sanguinario che va spazzato via il prima possibile, per ridare la libertà e la democrazia al popolo venezuelano e a centinaia di migliaia di italo venezuelani perseguitati dal regime comunista”.