L’aut aut di Renzi a Conte: “Pronti a far cadere il Governo se Premier non fa marcia indietro”

“Se Conte vuole pieni poteri come Salvini, io dico no”.

Ad affermarlo è stato il leader di Italia Viva, Matteo Renzi, che all’interno di un intervista al quotidiano iberico “Pais” ha affermato di essere pronto a far cadere il Governo Conte qualora lo stesso Premier non decidesse di fare un passo indietro sulla questione della gestione dei fondi europei.

L’ex Presidente del Consiglio, rispondendo alla specifica domanda “è pronto a far cadere il governo se Conte non farà marcia indietro?”, ha chiarito di essere pronto ad agire non per una questione di “posti” dato che una problematica così importante non può essere ridotta ad una semplice questione di accordi.

Aggiungendo poi, come Giuseppe Conte stia “viaggiando in contromano su un’autostrada” e specificando che se vi sarà una frenata su questa tematica, Italia Viva sarà pronta al dialogo.

“Conte è stato confermato presidente del Consiglio dopo che, un anno e mezzo fa, avevamo fatto un’operazione in Parlamento contro Salvini. Il primo ministro ha lavorato contro la pandemia, e in alcune cose lo ha fatto meglio che in altre, ma non si può accettare che in nome dell’emergenza, 10 mesi dopo il suo inizio si arroghi tutti i poteri dello Stato per spendere questi 200 miliardi. Abbiamo rimosso Salvini per questo” ha rincarato ancora Matteo Renzi.

Infine, concludendo l’intervista, il leader di Italia Viva ha voluto evidenziare come all’interno della maggioranza non vi sia una reale unità d’intenti, affermando che diversi esponenti del PD (che pubblicamente lo hanno criticato) in privato gli abbiano confermato come le sue critiche alle manovre di Governo siano giuste e autentiche.

A fronte di quest’ultimo attacco, Matteo Salvini, non è rimasto silente alle parole dell’ex premier, rilanciando con forza la disponibilità della Lega di andare a nuove elezioni per creare un nuovo Governo serio e che abbia davvero a cuore l’interesse degli italiani.

Il Capitano della Lega, commentando le parole di Renzi, ha affermato: “Renzi non lo commento più, penso che in Italia di lui si fidino in 3. Gli ultimatum di Renzi per me valgono più o meno zero. Noi siamo preoccupati perché tutto il resto d’Europa sta correndo, sta vaccinando, sta investendo. In Italia abbiamo un governo fermo e litigioso che parla di rimpasto e legge elettorale.”