Banda larga nei piccoli comuni. Cavada (Lega): “Si rimedi a criticità di alcuni comuni trentini”

Negli ultimi mesi, a causa del Covid-19, in tutta Italia è diventato fondamentale avere una buona connessione internet. Tra smart working e didattica a distanza, sono stati in molti a lamentare il rischio di rimanere indietro a causa della deficitaria copertura di rete, che colpisce soprattutto i piccoli centri e le zone montane.

Proprio per tutelare i cittadini in difficoltà, nelle ultime ore il Consiglio provinciale ha approvato un ordine del giorno, fortemente promosso dal consigliere in quota Lega, Gianluca Cavada, mirato a intervenire per risolvere le problematiche di rete di alcuni comuni trentini.

In merito lo stesso Cavada ha dichiarato: “In tempi di emergenza sanitaria, è emersa chiaramente la necessità di reti, connessioni e collegamenti digitali di ottimo livello al fine di soddisfare i più banali bisogni di comunicazione ma anche le più attuali esigenze di telelavoro e di didattica a distanza. Nel nostro territorio, caratterizzato in larga parte da comuni montani, spesso queste esigenze si sono scontrate in passato con scarsa copertura di rete e connessioni lente o addirittura assenti“.

Il Consigliere di Lega Salvini Trentino ha poi ricordato come la Provincia sia già intervenuta brillantemente per risolvere queste problematiche in alcuni comuni, aggiungendo che, per alcune zone rurali, esule dagli interessi di mercato, queste criticità permangano creando numerosi disagi alla popolazione soprattutto in relazione ai nuovi parametri che “la vita ai tempi del covid” impone.