Bambini con bisogni educativi speciali, approvato l’emendamento

“In questi giorni sulla stampa locale, è stata rilanciata la problematica – sollevata dai dirigenti scolastici e ben nota alle famiglie – della carenza di insegnanti formati, in particolare insegnanti di sostegno. Ebbene, la grande attualità della questione mi dà un motivo di soddisfazione in più per sottolineare che giovedì sera, in seno alla discussione sulla Manovra provinciale di bilancio, è stato approvato un emendamento a firma mia e del collega di Forza Italia Leonardi che interviene proprio su questa materia e lo fa in modo probabilmente risolutivo.”

“L’emendamento approvato, infatti, prevede una cosa molto precisa, e cioè che – in caso di esaurimento della graduatoria degli insegnanti in possesso del titolo specifico per seguire gli alunni con bisogni speciali – si possano assumere insegnanti supplementari in possesso del prescritto titolo di specializzazione non presenti in graduatoria.”

“Un emendamento significativo – ha detto Ambrosi – sia per la materia in cui interviene – anche perché per i bambini BES la presenza di insegnanti specializzati è fondamentale sin dalla prima infanzia -, sia per il fatto che va a beneficio di due categorie: da un lato quella degli alunni BES i quali, come già detto, grazie alla presenza di personale specializzato riescono a partecipare e reagire meglio alle dinamiche della didattica, e, dall’altro, quella degli stessi insegnanti specializzati; professionisti cioè che, dopo la laurea, hanno scelto di seguire due anni di specializzazione e che quindi sarebbe gravissimo non valorizzare in termini professionali nell’ambito prezioso in cui si sono formati. Di qui la mia gioia per questo emendamento di rilievo per tanti lavoratori, tante famiglie e tanti bambini speciali”.