Svp contro Cia. La risposta di Adolfo Urso: “Polemiche strumentali e a uso interno”

“Noi coerenti e trasparenti sempre, gli altri no”: è quanto rileva il sen. Adolfo Urso, commissario provinciale di Fratelli d’Italia in Trentino, in merito alle polemiche in casa SVP sulla adesione di Claudio Cia a Fratelli d’Italia.

Cia ha affermato sin dalle prime dichiarazioni che avrebbe lasciato l’incarico in giunta regionale in coerenza con le posizioni espresse da Fratelli d’Italia e da parte mia ho sempre ribadito in ogni contesto, anche nei colloqui in merito con gli alleati in Provincia, che Fratelli d’Italia è forza alternativa alla SVP e quindi alla opposizione in Regione, cosa che sarà ribadita ovviamente anche all’atto della costituzione del gruppo regionale che potrà avvenire proprio con la adesione di Cia.

“Strumentali – afferma Urso – a fine interno sono quindi le polemiche della SVP, che comunque servono a fare chiarezza, almeno lo speriamo, anche sulle contraddittorie alleanze che si sono costituite e sulle motivazioni di ciascuno, alleati e avversari. In ogni caso, anche queste strumentali polemiche evidenziano come in tanti temano, oggi più che mai, la forte crescita e la conclamata capacità di aggregazione e rappresentanza del partito della Meloni. La “verifica” è certamente necessaria, ma in casa loro, ed è bene che avvenga al più presto per il bene dei cittadini del Trentino Alto Adige”