Scuola dell’infanzia: attivato un nuovo percorso montessoriano a Riva del Garda

La Giunta provinciale ha approvato oggi l’attivazione di un nuovo percorso educativo montessoriano presso la scuola “Giardino d’Infanzia” di Riva del Garda. Si tratta della quinta sezione sperimentale montessoriana della scuola dell’infanzia che si aggiunge alle quattro già presenti sul territorio provinciale presso le scuole equiparate “G. B. Zanella” di Trento, “G. B. Chimelli 1” di Pergine Valsugana, “Madre Maddalena di Canossa” di Lavis e presso la scuola dell’infanzia provinciale Rione Sud “Giardino incantato” di Rovereto.

In considerazione delle numerose richieste pervenute dal territorio alto gardesano la Giunta provinciale ha autorizzato oggi l’attivazione di ulteriore percorso educativo sperimentale secondo l’approccio montessoriano presso la scuola equiparata dell’infanzia “Giardino di Infanzia” di Riva del Garda. L’accesso alle sezioni sperimentali ad approccio montessoriano è garantito anche ai bambini esterni al bacino di utenza della scuola, con priorità per: i bambini che abbiano già maturato una pregressa esperienza educativa di impostazione montessoriana di scuola dell’infanzia sul territorio provinciale, i bambini fratelli o sorelle dei bambini iscritti e frequentanti la stessa scuola l’anno precedente con diritto alla reiscrizione e reiscritti per l’anno entrante, i  bambini che abbiano già maturato una pregressa esperienza educativa di impostazione montessoriana documentata, i bambini fratelli o sorelle di bambini con pregressa esperienza educativa di impostazione montessoriana documentata.L’ammissione dei bambini provenienti da fuori zona di utenza delle suddette scuole verrà valutata per fasce chilometriche di vicinanza alla scuola, in via residuale vale il criterio di maggior vicinanza di età del bambino all’obbligo scolastico.

Inoltre via libera oggi dalla Giunta provinciale alla nomina di due componenti del Consiglio di amministrazione dell’Università. Il membro designato dalla Provincia, in virtù di quanto previsto dallo Statuto dell’ateneo, è la professoressa Paola Fandella, che resterà in carica per un mandato di sei anni. La Giunta ha inoltre preso atto dell’elezione di Edoardo Giudici alla carica di nuovo presidente del Consiglio degli studenti dell’Università.
Nella seduta odierna la Giunta ha inoltre nominato, a seguito del risultato delle elezioni svoltesi il 24 e 25 novembre scorso, i nuovi rappresentanti degli studenti in seno al Consiglio di amministrazione dell’Opera universitaria. Si tratta di Nahid Aliyari, Edoardo Meneghini e Claudia Sofia Scandola.