Vaccini. Dopo le polemiche Pfizer consegnerà 75 milioni di dosi in più, AstraZeneca 9 milioni

Dopo le numerose polemiche dei giorni scorsi in merito al calo delle forniture e ai ritardi sulle consegne dei vaccini anti-Covid19, è arrivata la notizia che Pfizer consegnerà all’Unione Europea fino a 75 milioni di dosi extra nel II° Trimestre 2021, arrivando ad un totale di 600 milioni di dosi nel 2021. 

Ad affermarlo è stata la stessa Presidente della Commissione Europea, Ursula Von der Leyen, che attraverso il suo profilo ufficiale Twitter ha dichiarato: “Stiamo lavorando con le case farmaceutiche per garantire che i vaccini vengano consegnati alla popolazione europea. Pfizer-Biontech ci consegnerà 75 milioni di dosi in più nel II° trimestre per un totale di 600 milioni di dosi nel 2021.” 

La stessa Presidente, parlando dei vaccini di AstraZeneca, ha poi proseguito: “AstraZeneca consegnerà 9 milioni di dosi aggiuntive nel primo trimestre (40 milioni in totale) rispetto all’offerta delle ultime settimane e partirà con le consegne una settimana prima di quanto concordato. L’azienda aumenterà anche la sua capacità produttiva in Europa.” 

Queste dichiarazioni risultano essere molto importanti, anche in relazione alle polemiche dei giorni scorsi, quando l’UE, lamentando ritardi nelle consegne e un calo delle dosi, aveva minacciato di pubblicare il contratto stipulato con AstraZeneca.  

Oggi, grazie a questi nuovi annunci, “la crisi” sembra essere (almeno) parzialmente rientrata, e il piano vaccinale europeo sembra poter riprendere senza intoppi.