Draghi ha accettato con riserva: ora troverà i numeri in Parlamento?

DAVOS/SWITZERLAND, 25JAN13 - Mario Draghi, President, European Central Bank, Frankfurt is captured during the special address session at the Annual Meeting 2013 of the World Economic Forum in Davos, Switzerland, January 25, 2013. Copyright by World Economic Forum swiss-image.ch/Photo Remy Steinegger

Dopo circa un ora di colloquio al Quirinale, Mario Draghi ha accettato l’incarico, seppur con riserva, conferitogli dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e nelle prossime ore proverà a formare un nuovo Governo, stabile e solido, che possa far fronte ai prossimi decisivi impegni del paese.

In Italia intanto, la notizia di un possibile Governo guidato da una figura tanto autorevole come quella di Draghi, ha convinto il mercato, con Piazza Affari che ha aperto in grande rialzo, registrando il primo Ftse Mib a quota +2,95% e con lo spread tra Btp e Bund sceso 107 punti dopo il rialzo a 116 punti della chiusura di ieri.

Intervenuto dopo aver accettato, con riserva, l’incarico, Mario Draghi ha tenuto la sua prima conferenza stampa affermando, dopo aver ringraziato il Presidente Mattarella per l’incarico, di voler rispondere con impegno alla chiamata e di essere fiducioso che dagli incontri coi partiti possa nascere un’unità e vi siano risposte positive e responsabili.

Non solo, Mario Draghi ha poi specificato come l’Italia abbia a disposizione le straordinarie risorse dell’Unione Europea, e che avrà la possibilità di muoversi prestando molta attenzione alla coesione sociale e alle prossime generazioni.

“Vincere la pandemia, completare la campagna vaccinale, offrire risposte ai problemi quotidiani, rilanciare il Paese sono le sfide” ha poi aggiunto il Premier incaricato in merito ai prossimi impegni che l’Italia dovrà affrontare.

L’ex Presidente della BCE ha poi concluso, informando che scioglierà la propria riserva al termine delle consultazioni con i partiti.