La Corea del Nord avrebbe tentato di hackerare il sito di Pfizer

Hacker Computer Internet (Computer and Communication) hacking,hacker,computer,internet,security,data

“Il numero dei casi di contagio da Covid-19 a livello globale è diminuito per la quinta settimana consecutiva e dall’inizio dell’anno il bilancio settimanale delle infezioni si è quasi dimezzato”

E’ iniziato così l’intervento con il quale il direttore generale dell’OMS, Tedros Adhanom Ghebreyesus, ha voluto commentare, attraverso il suo profilo ufficiale Twitter, l’andamento internazionale delle infezioni da coronavirus.

Dopo settimane di preoccupazioni anche considerate le polemiche sorte intorno ai vaccini, dall’Organizzazione Mondiale della Sanità arriva una notizia molto positiva che evidenzia come, seppur lentamente, la situazione globale intorno ai contagi di Covid-19 sia in miglioramento.

Proseguendo nel tweet, Ghebreyesus è entrato nello specifico affermando come il numero di casi settimanale globale sia passato dagli oltre 5 milioni registrati tra il 4 e il 10 gennaio ai 2.6 milioni della settimana appena conclusa. Aggiungendo che questi dati evidenzino come le misure di prevenzione adottate possano essere efficaci anche contro le tanto temute varianti.

“Quello che conta è come risponderemo a queste evidenze. L’incendio non è stato spento, ma l’abbiamo ridotto. Se adesso smettiamo di combatterlo su tutti i fronti, tornerà presto a ruggire” ha infine concluso il numero uno dell’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Quasi contemporaneamente a queste dichiarazioni, che lasciano ben sperare per una futura sconfitta definitiva del virus, sono arrivate anche alcune indiscrezioni circa il potenziale comportamento scorretto di una nazione , che avrebbe cercato di piratare il vaccino di Pfizer.

E’ notizia di pochi minuti fa infatti, come riporta ANSA, quella dell’annuncio di un deputato della Corea del Sud che ha affermato come i servizi segreti sudcoreani abbiano informato il Parlamento di un tentativo di interferenza del sito di Pfizer da parte di hacker della Corea del Nord.

Stando a quanto dichiarato dal deputato Ha Tae-keung infatti, alcuni hacker nord coreani avrebbero tentato di violare il sistema informatico dell’azienda farmaceutico Pfizer al fine di ottenere maggiori informazioni intorno al vaccino e alle cure contro il coronavirus.