Emiliano Manfredonia è il nuovo Presidente nazionale Acli

Emiliano Manfredonia è il nuovo Presidente nazionale delle Acli. I delegati del XXVI° Congresso nazionale lo hanno votato a larga maggioranza durante la 2° sessione dell’assise che si è svolta, a porte chiuse e nel rispetto delle norme anti covid, presso il Seraphicum di Roma e a distanza attraverso una piattaforma di voto online. Nato a Pisa nel 1975, Manfredonia è cooperatore sociale e vanta un lungo percorso nelle Acli che l’ha portato ad essere Presidente delle Acli di Pisa dal 2006 al 2012, anno in cui è invitato in Presidenza Nazionale con l’incarico Economia Civile e cooperazione Sociale. Dal 2016 è stato Vicepresidente vicario delle Acli e Presidente del Patronato Acli. “Potere  è prima di tutto un verbo: poter servire, poter fare, poter fare bene, cerchiamo di farlo tutti insieme per le nostre Acli e farle diventare Acli in movimento, in cammino, soprattutto verso le periferie esistenziali. – ha detto Manfredonia durante il suo primo saluto -Acli che corrono per ricucire fratture presenti nella società”. 

DAL CONGRESSO NAZIONALE IN TEMA DI GOVERNO DRAGHI

Siamo molto preoccupati dell’emergenza sociale che nel nostro Paese sta manifestando cifre crescenti di povertà e disoccupazione. Confidiamo, in questa fase politica, che il nuovo Governo coinvolga anche il Terzo settore, che finora ha avuto un ruolo fondamentale nella tenuta delle comunità, soprattutto in un momento come quello che stiamo attraversando, dove le fragilità e le diseguaglianze si ampliano. Ecco perché invitiamo il Governo a utilizzare i fondi europei anche per ideare, attraverso il metodo della concertazione, un “programma sociale” sulla cui realizzazione le Acli si impegneranno nella coprogettazione e nella realizzazione.

By ACLI foto ACLI