Alto Adige e Mutazioni del virus, non c’è concordanza

Secondo il Movimento Sudtiroler Frei Heitlichen la cosiddetta “mutazione sudafricana” è stata finora dimostrata solo in una persona.

“Chiunque il lunedì voglia andare a lavorare dentro o fuori dal territorio comunale deve essere “libero”. Altre comunità avevano tempi di attesa molto più lunghi per i test. Il caos che si è visto ad esempio a Malles non può ripetersi a Silandro! La pandemia corona non deve essere sottovalutata, ma devono essere prese misure ragionevoli e praticamente fattibili per i cittadini. I cittadini non possono più essere trattati come detenuti minorenni rinchiusi a volontà. Il fatto che circa 7.000 cittadini di Silandro siano semplicemente privati ​​dei loro diritti civili è inaccettabile!” E’ quanto hanno scritto alla stampa.

Invece di decretare chiusure caotiche e isolare l’intero Alto Adige, il governo dello stato dovrebbe finalmente espandere massicciamente la tracciabilità e offrire ai cittadini opzioni di test gratuite. Nel Tirolo settentrionale, alla popolazione vengono offerti test gratuiti nelle farmacie e nelle strade di prova, nonché in centinaia di studi medici generici. Funziona molto bene e senza costrizioni. Scrivono i consiglieri comunali di Silandro Peter Raffeiner, Esther Tappeiner e Christian Tappeiner.

Foto SudTirolerFreiHeitlichen