Vaccini. Giorgia Meloni invita a trattare per lo Sputnik: “Io non so se è sicuro, ma Governo questi dati li ha e può decidere”

“Speranza si assuma la responsabilità di dirci entro i prossimi giorni quali sono i vaccini sicuri da utilizzare e poi tratti con le case farmaceutiche per avere nuove dosi di vaccini”.

E’ iniziato così l’intervento con il quale, la leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, è intervenuta su Facebook per invitare le autorità sanitarie italiane a prendere in considerazione anche il, già molto discusso, vaccino russo Sputnik V.

Proseguendo nel suo intervento Giorgia Meloni ha poi invitato il Ministro della Salute, Roberto Speranza, e tutto il Governo a muoversi rapidamente e, affidandosi alle “evidenze scientifiche”, procedere per velocizzare il piano vaccinale italiano, affermando come questo possa avvenire in sicurezza e nel pieno rispetto delle regole.

“La possibilità di assicurarsi nuove dosi passa per i vaccini che non sono oggetto di trattative con l’Ue. Io non so se lo Sputnik è sicuro o meno, ma il governo italiano questi dati ce li ha e può decidere di derogare alla burocrazia” ha aggiunto ancora la Presidente di Fratelli d’Italia.

Queste dichiarazioni arrivano a poche dalla decisione del Governo italiano, d’intesa con la Commissione Europea, di bloccare l’esportazione di circa 250 mila dosi del vaccino di AstraZeneca che erano destinate all’Australia a causa del mancato rispetto dei termini contrattuali da parte della casa farmaceutica.

Nonostante il blocco delle dosi, dall’Australia sembrano aver capito le ragioni europee, con lo stesso Ministro della Salute australiano, Greg Hunt, che ha dichiarato: “In Italia le persone muoiono al ritmo di 300 al giorno. E quindi posso certamente capire l’alto livello di ansia che esiste in Italia e in molti Paesi in tutta Europa”