Approvato odg sul potenziamento delle connessioni in Trentino. Cavada: “ridotto iter da 3 mesi a 3 settimane”

Adeguata la disciplina provinciale sulla conferenza dei servizi alla normativa statale per garantire tempi ridotti per l’acquisizione dei pareri e prevedere casi di silenzio giustificativo.

Ha trovato così attuazione l’ordine del giorno presentato dal Consigliere provinciale Gianluca Cavada con il quale si chiedeva il potenziamento delle connessioni telematiche in Trentino.

“Si tratta di un tema di stretta attualità e che ha trovato particolare importanza a seguito dell’incremento nell’uso di internet ai tempi dell’emergenza sanitaria, emergenza che ha fatto emergere come sia indispensabile garantire una adeguata copertura internet sul nostro territorio. – ha affermato il Consigliere Cavada che poi ha aggiunto – In questo contesto non posso far a meno di ricordare che l’obiettivo è quello di garantire una copertura per la banda ultra larga ad almeno 100 Mbps per l’85% della popolazione e che prevede un aumento nell’evoluzione delle realizzazioni di UI FTTH in comuni con lavori terminati dai 20 mila del 2020 ai 212 mila del 2022. Grazie a questo intervento normativo – da me promosso in Consiglio provinciale e attuato dalla Giunta provinciale – e al miglioramento dell’organizzazione interna all’amministrazione, l’iter di approvazione dei progetti per la realizzazione delle reti in fibra ottica comunali si è ridotto dai precedenti 3 mesi a circa tre settimane”.